19 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 18 Gennaio 2022 alle 22:48:00

foto di Il Taranto
Il Taranto

Intervallo di Natale. Al lavoro, con anima colma di entusiasmo e rinnovata consapevolezza nelle proprie forze. Dopo il brillante epilogo dell’anno solare agonistico, suggellato dal successo in trasferta a Torre del Greco nel turno infrasettimanale, il Taranto ha inaugurato la tradizionale sezione di allenamenti antecedente le prossime celebrazioni del Capodanno. Come noto, il campionato di serie C riprenderà domenica 9 gennaio 2022: i rossoblu si esibiranno fra le mura amiche sfidando il Campobasso, formazione che gravita nel “limbo” della classifica a quota 21 punti ed è reduce dalla pesante sconfitta interna contro un Avellino in rampa di lancio.

Corollario dell’ultimo appuntamento in calendario è stata la delibera da parte del giudice sportivo di Lega Pro: al sodalizio ionico è stata comminata una multa pari a 1.000 euro, “per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell’avere fatto esplodere, al 18’, 30’, 75’ e 79’ circa, quattro petardi di elevata potenza nel settore occupato dagli stessi. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13. comma 2, 25 e 26 C.G.S, valutate le modalità complessive dei fatti e considerato che la società sanzionata disputava la gara in trasferta e che non si sono verificate conseguenze”. Da registrare anche gli accumuli di cartellini gialli incassati da vari calciatori rossoblu nel corso della sfida contro i corallini della Turris: il novero dei diffidati è rimpinguato dagli ingressi del centrocampista Marco Civilleri e dell’attaccante Giuseppe Giovinco, entrambi giunti alla quarta infrazione stagionale. Gli stessi si aggiungono all’argentino Franco Bellocq, la cui posizione è stata decretata “in bilico” dopo la partita col Picerno.

Le infrazioni certificate nel referto sono così distribuite in casa ionica: capitan Massimiliano Marsili ha ricevuto la settima, mentre Andrea Saraniti, Leandro Versienti e Walter Zullo sono stati tutti puniti col terzo giallo del torneo; prima ammonizione, invece, per il neo acquisto Vincenzo Barone. Per quel che concerne i prossimi avversari molisani allenati da Mirko Cudini, a non partecipare alla gara in programma allo “Iacovone” alle ore 17.30 sarà Luca Sbardella, difensore reduce dall’espulsione per doppia ammonizione, quindi squalificato per un turno. Il breve periodo che precede la chiusura del mese di dicembre consta di un programma operativo ufficializzato dallo stesso club: lunedì pomeriggio, infatti, la squadra ha eseguito un’unica sessione di allenamento sul manto sintetico del campo B. Giocatori e staff tecnico si sono sottoposti al canonico controllo sanitario afferente al protocollo per l’emergenza Covid: negativo l’esito di tutti i tamponi effettuati dai tesserati. La squadra ha temprato se stessa e recuperato le energie dopo l’armonia e la rilassatezza del Natale trascorso in famiglia, dedicandosi prima ad una fase di riscaldamento, concentrandosi successivamente sul lavoro di tipo aerobico coordinato dal preparatore atletico Francesco Rizzo, perfezionando con una sgambatura a terreno ridotto. Ieri i rossoblu di mister Giuseppe Laterza hanno sostenuto una doppia razione di esercitazioni.

Oggi è in agenda l’ultimo appuntamento delle attività, al termine del quale ci sarà il rituale “rompete le righe”: un’interruzione valida sino a lunedì 3 gennaio, data in cui lo stratega Laterza ha deciso di ristabilire la continuità didattica e lo studio tecnico-tattico in vista della seconda giornata del girone di ritorno. Il cronoprogramma sarà anche propedeutico alla valutazione delle condizioni fisiche di determinati calciatori che sono stati costretti ad abdicare dalle recenti esibizioni, così come all’approfondimento ed al monitoraggio dei piani terapeutici osservati da altri atleti, le cui assenze sono state procrastinate. Il reparto difensivo è stato appannaggio di metamorfosi, rivelatesi propizie in occasione degli ultimi due incontri consecutivi con Picerno e Turris, complici anche la duttilità di Versienti e l’exploit di De Maria rispettivamente sugli esterni destro e sinistro. Il percorso riabilitativo di Riccardi è ancora da decifrare: il centrale, adattato a terzino destro, ha rimediato una lesione al quadricipite durante la gara col Messina di inizio mese; Ferrara, invece, è vittima di un danno al flessore, eredità dei soli cinque minuti di gioco disputati contro il Catania nell’avvincente sfida dello scorso 21 novembre. In attesa di esami clinici più meticolosi è un altro protagonista della retroguardia, il giovane Antonio Granata, costretto ad abdicare dalla contesa coi lucani del Picerno dopo un ruvido contrasto con un avversario: si sospetta uno stiramento. Sotto la lente di ingrandimento c’è anche il terzino scuola Roma Tomassini, la cui disponibilità è frequentemente compromessa da un problema al piede.

Il nuovo anno solare potrebbe rappresentare il ritorno agli incarichi agonistici per Guastamacchia, infortunatosi gravemente al ginocchio nella porzione finale dello scorso e vittorioso torneo, mentre per il talentuoso Diaby i prossimi mesi non potranno che decretare l’ottenimento, con pazienza ed abnegazione al sacrificio, della migliore forma fisica dopo l’intervento chirurgico per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Il portiere Loliva ha superato l’incidente alla mano sinistra, si sta esercitando con la batteria di ruolo ed a breve tornerà arruolabile. Da lunedì sono stati avviati i lavori di ristrutturazione per il ripristino della copertura della Tribuna centrale superiore dello stadio “Iacovone”. Come noto, un violento nubifragio all’inizio del dicembre 2020 aveva causato il danneggiamento e la distruzione dei molteplici pannelli di protezione inseriti nella porzione del settore interessato, sul versante della Curva Nord; risparmiato dalle intemperie era stato il lato opposto a sud. L’installazione è stata assicurata nonostante i timori per il commissariamento del Comune di Taranto e la fruizione di una proroga che potesse scongiurare la disputa delle partite in campo neutro era stata anticipata dal presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, a colloquio con la stampa locale lo scorso 20 novembre.

Alessandra Carpino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche