22 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 22 Gennaio 2022 alle 09:50:00

foto di Parcometro KYma Mobilita Amat
Parcometro KYma Mobilita Amat

Il Commissario prefettizio del Comune di Taranto, Vincenzo Cardellicchio, ha firmato la delibera che modifica la tariffazione dei parcheggi a pagamento. Un atto fondamentale per la partenza del nuovo regime, annunciato nei giorni scorsi, con l’introduzione tra l’altro di un nuovo abbonamento per i residenti ed i dipendenti, commercianti ed i liberi professionisti che hanno le loro attività nelle zone con strisce blu. Tutti i residenti o domiciliati (se residenti in comuni diversi) di tutte le vie cittadine in cui sono presenti stalli di sosta a pagamento, potranno avere un pass per il parcheggio gratuito della prima auto ed a condizioni vantaggiose anche un abbonamento per una seconda auto. Per i lavoratori dipendenti, i commercianti, i liberi professionisti, ecc. che svolgono le loro attività lavorative nelle zone interessate da strisce blu sarà invece disponibile, dal lunedì al sabato, dalle ore 08:30 alle ore 20:30, un abbonamento straordinario agevolato a 25 euro in una sola zona di tariffazione (A, B, C, ecc.), a scelta dell’utente.

1 Commento
  1. arcamart 6 giorni ago
    Reply

    E’ forse sfuggito agli estensori di questo correttivo che la cura è forse peggiore della malattia.
    E’ un provvedimento migliorativo solo a livello economico a favore di residenti e lavoratori, ma non già per il traffico in generale: tutt’altro.
    Infatti l’aver introdotto un abbonamento super agevolato a € 25 (esteso anche ai parcheggi “chiusi” finora esclusi), rende senza dubbio molto più conveniente per chi lavora in centro andarci con l’auto, anziché fare un abbonamento al bus del costo di € 34. Con la sosta per tutto il giorno di residenti e lavoratori, va pressocché ad azzerarsi l’offerta di posti per gli altri utenti della strada, ovvero per chi deve raggiungere negozi, uffici, ecc..
    Con buona pace dei principi tecnici alla base della sosta tariffata e del PUMS (del resto tanto evocati dai precedenti Amministratori), ovvero di favorire la rotazione nell’uso dei posti auto e l’utilizzo del trasporto pubblico: clamorosa incongruenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche