x

19 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 19 Maggio 2022 alle 12:56:00

Cultura News

“La spada e la croce”: la saga storica di Antonio Ferragamo

foto di Antonio Ferragamo
Antonio Ferragamo

È un vero e proprio dato di fatto incontrovertibile: scrivere non è da tutti; scrivere non è per tutti. Su questo assioma parlerò della forza dirompete dell’opera di Antonio Ferragamo autore di Apice Nuova in provincia di Benevento. Che scrivere, per il nostro, sia un’arte connaturata ed impressa nel proprio DNA lo conferma il fatto che oltre a redigere romanzi agili e incalzanti, compone poesie profonde ed intime. Lo scrittore beneventano mi ha fatto pervenire in redazione i suoi romanzi, pubblicati in momenti differenti, che tuttavia appartengono alla medesima epopea. Che argomentano il medesimo momento storico. Essi possono essere letti individualmente pur essendo l’uno il seguito dell’altro.

Ma attenzione: immergersi nelle vicende del primo episodio, come è accaduto per chi scrive, costringerà ogni appassionato a cercare il secondo poiché sarà impossibile sottrarsi alla incalzante narrazione. Alla curiosità di sapere cosa possa accadere. L’ambientazione e la collocazione temporale della vicenda, una sorta di fotogramma di secoli passati, insieme allo stile puntuale e sobrio, sono i punti di forza di un testo in cui bastano piccole sfumature per cogliere il carattere dei personaggi che colorano e donano vigore ad ogni passaggio testuale. Una storia nella storia che guida il lettore in luoghi colmi di stupore e meraviglia e riesce a tenerlo incollato alla pagina. Il primo episodio dei due volumi si intitola: “La spada e la croce – Il talismano”. Si tratta di un testo affascinante e pieno di mistero. Un racconto fatto di intrecci che riportano all’antica Gerusalemme nel periodo della Santa Pasqua e proprio negli ultimi giorni di vita del Nazareno. La prima parte conduce verso un tempo remoto. Un tempo in cui l’Impero Romano è dappertutto e dove si vocifera di un uomo che guarisce i lebbrosi e dona la vita ai morti. La cosa però sembra avere origini lontane, dettate da una profezia su un vecchio manoscritto ritrovato a Moab. Qui si narra di una stella che per giorni avrebbe brillato nel cielo di Beit Lehm e che avrebbe annunciato la venuta in terra di un uomo importante.

Ciò che desta ancora più sgomento è che, probabilmente, il manoscritto sembra essere in qualche modo collegato alla Torah. Al centro di questo mistero c’è il galileo Disma. Un personaggio velato e strambo. Chi è in realtà? Cosa sta cercando? Auspicando d’aver solleticato la vostra naturale curiosità, nella descrizione del primo tomo mi fermo qui. Il secondo volume, e a mio avviso non ultimo, si intitola “La spada e la croce – Il tradimento”. In questo episodio, il prefetto di Roma, Ponzio Pilato, è in viaggio verso Jerusalem per i festeggiamenti della Pasqua Ebraica. Tuttavia, Pilato si trova ben presto attanagliato dai pensieri, dubbi e avvenimenti che più volte ostacoleranno il suo viaggio, eventi che sembrano anche succedere, in contemporanea, nella Roma che ha lasciato. Perché un innocente dovrebbe essere messo a morte? Ma soprattutto: è davvero innocente? Cosa può fare la setta segreta degli Invisibili a riguardo? Ancora una volta, Antonio Ferragamo riesce a riportarci in un’epoca antica ma anche tanto vicina, non molto lontano da noi. L’ultimo volume è una costante ricerca della verità, la sola, unica verità. Il Nazareno è un impostore o è un portatore di verità? Con questi due volumi e grazie alla sua esperienza da scrittore, l’autore esprime la sua bravura nel raccontare tutti i singoli dettaglia di una storia fortemente cesellata di mistero e ricerca. Egli, infatti, riesce a proiettare con estrema facilità il lettore in un tempo ormai passato, dove la lingua e le abitudini sono completamente diversi rispetto ai giorni in cui viviamo. La sua ricerca della verità è un messaggio importante, quasi a voler dire che, magari, la “vera verità” si trova proprio dentro ognuno di noi, nel nostro intimo. E la troviamo tra i dubbi e i pensieri vorticosi che non ci lasciano mai, giorno per giorno. I due libri, pubblicati nella collana “Gli Aedi” della casa editrice PlaceBook, sono prenotabili in tutte le librerie o acquistabili negli store on line.

Gian Carlo Lisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche