x

19 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 19 Maggio 2022 alle 12:56:00

foto di Lo stadio “Iacovone”
Lo stadio “Iacovone”

Prove generali nella segretezza dello Iacovone, in vista della trasferta di Latina. Il Taranto persevera nel perfezionamento delle strategie tattiche. La compagine rossoblu si appresta ad affrontare il primo viaggio in terra laziale: il calendario originario aveva programmato due trasferte consecutive, la seconda nell’area viterbese contro il Monterosi Tuscia, ma la rimodulazione dello stesso, successiva alla stipula del nuovo protocollo sanitario in materia di contenimento dell’eventuale positività dei tesserati del gruppo-squadra alla variante omicron, ha incastonato il turno di recupero della seconda giornata del girone di ritorno (prevista inizialmente lo scorso 9 gennaio) al mercoledì 2 febbraio; in tale circostanza, il Taranto ospiterà fra le mura amiche il Campobasso. Sono 750 i biglietti a disposizione dei sostenitori tarantini, ed il costo del singolo è pari a 12 euro (in aggiunta 1,50 per i diritti di prevendita); non è necessaria la presentazione della Rossoblu Card, tessera fedeltà sottoscritta con il sodalizio ionico.

Nella serata di mercoledì, ha ottenuto il crisma dell’ufficialità il rientro del giovane attaccante Jonathan Italeng al vivaio dell’Atalanta, club dal quale era stato prelevato con la formula del prestito la scorsa estate. Il sodalizio orobico, detentore del cartellino, ha dirottato il centravanti classe 2001 al Lecco, compagine inserita nel girone settentrionale dello stesso torneo di serie C. Il dilemma in materia di negoziazioni coinvolge invece un over, un elemento di esperienza e qualità che non ha offerto le virtù auspicate nell’economia di gioco del Taranto, ovvero Mario Pacilli. Escluso dall’elenco dei giocatori convocati per la gara contro la Paganese, l’esterno destro sembra non rientrare più nei piani rossoblu: il suo procuratore Maurizio De Rosa ha alluso ad una sorta di ridimensionamento economico per le casse del club ionico, così come ad interessi da parte di altre squadre verso il suo assistito, ma solo in materia di scambi. Pacilli è vincolato alla società del presidente Giove sino al termine della stagione in corso: qualora dovesse rescindere e partire, l’ultima candidatura alla sua sostituzione, secondo i classici rumors di mercato, sarebbe quella di Vincenzo Sarno, laterale destro offensivo classe ’88 in forza alla Triestina, versatile da trequartista o seconda punta. Per quel che concerne gli effettivi a disposizione del trainer Giuseppe Laterza, esiste cautela per il reclutamento di Riccardi, eclettico difensore già costretto ad abdicare per una lesione al quadricipite, mentre per il suo giovane compagno di reparto Granata i tempi terapeutici sono più lunghi, a causa dello stiramento rimediato durante la sfida interna col Picerno.

Ieri, intanto, sono pervenute ottime notizie per la classe giornalistica sportiva ionica: in seguito al documento firmato dai responsabili regionali dell’Assostampa e dell’Ussi circa le condizioni precarie dei locali adibiti alla stampa ed afferenti al ristrutturando impianto dello stadio “Erasmo Iacovone”, nonché all’interdizione degli spazi ed alla carenza dei mezzi tecnici che avevano costretto la società rossoblu ad annullare il colloquio successivo alla partita interna con la Paganese, l’esito del tavolo di confronto richiesto con urgenza al Commissario Prefettizio di Taranto è risultato positivo e, soprattutto, risolutivo per le inadempienze già denunciate. E’ stata la stessa dirigenza ionica ad ufficializzarlo: “A seguito dell’incontro avvenuto questo pomeriggio (ieri, ndr) con il commissario straordinario del Comune di Taranto, Prefetto Vincenzo Cardellicchio, ed accertato che tutte le prescrizioni sono state rispettate- si legge nel comunicato- il Taranto FC 1927 è lieto di comunicare, che, da sabato 29/01/2022, la sala stampa “Marino Abbracciavento” sarà nuovamente a disposizione degli organi di informazione. Saranno pertanto garantite tutte le attività di conferenza pre e post gara”. La stessa era inagibile dallo scorso 16 ottobre a causa di infiltrazioni d’acqua. Lutto in casa rossoblu: ieri è deceduta la mamma di Giuseppe Lentini, vice allenatore del Taranto. “La società e la squadra tutta sono vicini al mister ed alla sua famiglia in questo momento di estremo dolore”, si apprende dalla nota di cordoglio. La redazione di TarantoBuonasera esprime la sua vicinanza a mister Lentini e si associa alle condoglianze.

Alessandra Carpino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche