x

24 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 24 Maggio 2022 alle 09:59:00

Cronaca News

Caro-carburante, gli autotrasportatori non escludono stop ai servizi

foto di La protesta degli autotrasportatori
La protesta degli autotrasportatori

«L’incontro svoltosi martedì presso il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili presieduto dalla Viceministra Bellanova non ha prodotto risultati tangibili per i trasportatori che autonomamente in questi giorni protestano contro il caro carburante. Si dicono profondamente insoddisfatti anche i rappresentanti sindacali che speravano nell’attuazione di provvedimenti più incisivi a favore dei lavoratori in difficoltà. Nulla di fatto invece, nessuna soluzione per affrontare seriamente l’impennata dei costi che sta mettendo in ginocchio un intero comparto».

Unatras, che rappresenta le principali associazioni italiane dell’autotrasporto, pur apprezzando la disponibilità al confronto, ritiene inadeguate le risposte ottenute dal Governo. Si dice pertanto pronto a «proseguire il confronto con le istituzioni, tenendo aperto il dialogo con le imprese al fine di individuare le iniziative più efficaci ed opportune per raggiungere le soluzioni auspicate dalla categoria». Una posizione questa, condivisa anche da Casartigiani. «Proseguiremo con senso di responsabilità a portare avanti le nostre proposte a tutela della categoria – spiegano le sigle sindacali dell’autotrasporto – e ribadiremo l’esigenza di agire sia attraverso un sostegno economico adeguato ad affrontare l’eccezionale aumento di costi, sia intervenendo in maniera concreta ed efficiente sulle norme che dovranno garantire una maggiore regolarità del mercato dell’autotrasporto».

Intanto in queste ore le associazioni nazionali aderenti a Unatras si incontreranno per fare il punto e valutare quali iniziative assumere per rimediare alla crisi in cui versa il settore. Nel frattempo, pur «non riconoscendosi minimamente nelle azioni di violenza che hanno avuto luogo in questi giorni, non si esclude comunque il ricorso al fermo nazionale dei servizi, ma sempre nel rispetto delle regole». «Anche la nostra associazione, come annunciato nei giorni scorsi – fa sapere il coordinatore regionale di Casartigiani Stefano Castronuovo – si adeguerà alle azioni che le sigle nazionali riterranno più idonee». Poi aggiunge, «ci dissociamo dalle proteste non conformi alla legge – è bene precisarlo, non devono essere riconducibili a Casartigiani – precisa infine – Come è nostra consuetudine, attenderemo l’evolversi delle interlocuzioni naziona li e se attueremo forme di protesta, lo faremo nel rispetto della legge e nel rispetto delle norme di autoregolamentazione».

RINALDO MELUCCI: «CONDIVIDIAMO LE LORO PREOCCUPAZIONI»
«Comprendiamo fino in fondo le ragioni degli autotrasportatori, le loro preoccupazioni sono le nostre perché sappiamo quanto sia fondamentale il loro lavoro». Rinaldo Melucci, candidato sindaco della coalizione “Ecosistema Taranto 2022”, ha dichiarato la propria vicinanza ai numerosi operatori del settore logistico che, anche sulle strade tarantine, stanno manifestando il loro netto dissenso nei confronti del caro-gasolio e degli aumenti generalizzati. «La situazione che denunciano riguarda ognuno di noi – ha aggiunto Melucci – perché ogni difficoltà che loro vivono è una difficoltà che si ripercuote sulla nostra qualità della vita. L’auspicio è che il Governo sappia individuare le misure necessarie per contrastare i rincari, faremo in modo di amplificare il loro appello».

FRANCO ANCONA, SINDACO DI MARTINA FRANCA: «AUTOTRASPORTATORI, SIAMO AL VOSTRO FIANCO»
«Questa mattina (ieri per chi legge, ndr) – ha dichiarato il sindaco Franco Ancona – sono intervenuto, insieme al sindaco di Locorotondo Antonio Bufano e all’assessore del Comune di Cisternino Annalisa Canzio, a fianco degli autotrasportatori per far sentire la vicinanza della città e chiedere al Governo interventi per una soluzione strutturale al problema dell’eccessivo aumento del costo dei carburanti. Un problema che gli autotrasportatori vivono in prima persona insieme alle loro famiglie ma che riguarda tutte le famiglie italiane in quanto i costi di trasporto finiscono per scaricarsi sui consumatori finali dei beni e sugli stessi produttori, in particolare di quelli agricoli. L’aumento generale dei prezzi può innescare, in diversi settori merceologici, il rischio di speculazioni che deve essere tempestivamente scongiurato».

FRANCO FRIGIOLA, SINDACO DI LATERZA, DAI CAMIONISTI FERMI A SAN BASILIO, MOTTOLA
«Il lavoro, decisamente estenuante, degli autotrasportatori richiede grande concentrazione su lunghi tratti di strada, e per questo il Governo dovrebbe considerare la possibilità di inserire questo tra i lavori usuranti. E’ indispensabile inoltre che vengano sospese le accise che contribuiscono in maniera determinante a far lievitare il costo del carburante. Una protesta, quella che in questi giorni sta congestionando il Sud Italia che non possiamo non condividere e che sta raccogliendo anche altre categorie, allo stesso modo in difficoltà per gli aumenti spropositati».

M5S: «CHIEDIAMO RISPOSTE IMMEDIATE AL GOVERNO»
«Il comparto dell’autotrasporto ha un ruolo centrale per il Paese. I blocchi che anche oggi sono sulle nostre strade rischiano di avere ripercussioni gravi, se pensiamo che già in alcuni paesi si rischia di non poter più fare il pane nel giro di due – tre giorni a causa della mancanza di farina. Siamo al fianco degli autotrasportatori che protestano per il caro benzina e l’aumento dei pedaggi e chiediamo risposte immediate al Governo». Lo dichiarano i consiglieri del M5S Marco Galante, Cristian Casili, Grazia Di Bari e Rosa Barone. «Riteniamo importante – continuano i pentastellati – ascoltare le ragioni degli autotrasportatori e le loro richieste. Su richiesta dei nostri parlamentari, agli inizi della prossima settimana verrà ascoltato il ministro dei Trasporti, per conoscere le prossime azioni che il Governo vuole mettere in campo. Auspichiamo al più presto azioni per contenere il caro benzina».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche