x

17 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 17 Maggio 2022 alle 21:48:00

Cronaca News

Il calice profanato dall’Isis in pellegrinaggio dall’Iraq alla chiesa di S. Pasquale Baylon

foto di Il calice profanato dall’Isis
Il calice profanato dall’Isis

Il calice profanato dai militanti dell’Isis nel 2014, durante la devastazione della Basilica di Al-Tahira (Immacolata Concezione) di Qaraqosh (Iraq), sabato 26 giungerà a Taranto per essere esposto solennemente fino a domenica 6 marzo nella chiesa di San Pasquale Baylon dei frati francescani minori). Questo, per iniziativa della Fondazione Pontificia Acs (“Aiuto alla Chiesa che soffre”), che sta portando in pellegrinaggio il calice nelle chiese di tutto il mondo perché venga usato nelle sante messe al fine di “rendere visibile” la persecuzione religiosa che molti cristiani soffrono oggi e che esiste fin dai primi giorni della Chiesa.

Nella basilica irakena le attività liturgiche sono riprese nel 2018, dopo il restauro della parte interna, con la frequenza attuale di 950 famiglie. Secondo Alessandro Monteduro, direttore di Acs Italia, l’iniziativa itinerante “consoliderà il legame fra le comunità cattoliche italiana e irachena, fisserà nella nostra memoria questa orribile pagina storica affinché non ne dimentichiamo le tante lezioni, rappresenterà un messaggio di perdono e riconciliazione”. Ecco il programma delle celebrazioni e iniziative. Sabato 26, alle ore 18, in piazza Garibaldi consegna del “calice pellegrino” alla diocesi da parte di padre Martino Serrani (assistente ecclesiastico Aiuto alla Chiesa che soffre-Italia), alla presenza delle autorità civili e religiose e con la partecipazione della fanfara di presidio del Comando Marittimo Sud; ore 19, celebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo mons. Filippo Santoro e animata dal coro “Nicola Vitale” diretto dal m. Sebastiano Giotta.

Domenica 27, alle ore 18.30, santa messa celebrata da fra Emanuele Tedesco alla presenza dell’Ordine Francescano Secolare e animata dalla Comunità Gesù Risorto; alle ore 20, oratorio musicale “Musica in Preghiera” con Francesco Greco (violino) e Daniele Dettoli (organo). Lunedì 28, alle ore 18.30 celebrazione eucaristica presieduta da don Giancarlo Ruggieri alla presenza degli operatori sanitari, del Centro volontari della Sofferenza e dell’Unitalsi e animata dal coro San Nicola di Lizzano diretto dal m. Annamaria Lecce; alle ore 19.30, incontro con l’imam della Grande Moschea di Roma, dott. Nader Akkad, cofondatore della commissione mariana musulmana cristiana. Martedì 1 marzo, alle ore 18.30 celebrazione eucaristica presieduta da don Luciano Matichecchia alla presenza dell’Azione Cattolica diocesana e animata dal coro del Cuore Immacolato di Maria diretto da Pino Oliva.

Mercoledì 2, alle ore 18.30 santa messa celebrata da fra Vincenzo Chirico e animata dal coro San Pasquale diretto da Cecilia Basile; alle ore 20, cena “Pane e acqua” del movimento Shalom, sezione di Taranto. Giovedì 3, alle ore 18.30, santa messa presieduta da don Francesco Maranò alla presenza della Pastorale giovanile e dei seminaristi del “Poggio Galeso”, animata dal coro Maria SS.ma del Monte Carmelo diretto dal m. Anna D’Andria. Venerdì 4, alle ore 18.30 celebrazione eucaristica presieduta da don Lucangelo De Cantis alla presenza della confraternita di Sant’Egidio e animata dal coro Sant’Egidio diretto da Pino Giordano. Sabato 5, alla ore 18.30 santa messa presieduta dal Ministro provinciale fra Paolo Quaranta alla presenza della Gi.fra e animata dal coro San Pio X diretto da Pierpasquale Antonante; alle ore 20, concerto dell’orchestra sinfonica della Magna Grecia. Domenica 6, alle ore 18.30 celebrazione eucaristica presieduta dal Nunzio Apostolico mons. Luigi Pezzuto alla presenza dell’Ordine Equestre Militare San Giovanni e animata dalla corale Madonna della Fiducia diretta da Daniela Quaranta.

Angelo Diofano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche