x

19 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 19 Maggio 2022 alle 08:15:00

Cronaca News

Don Domenico, pace e gioia da Radio Puglia

foto di don Domenico Morciano
Don Domenico Morciano

Sessantacinque anni di sacerdozio e novantaquattro anni sul groppone e, almeno nello spirito, non sentirli. Accade a don Domenico Morciano che, fino a quando le forze glielo hanno concesso, sulle frequenze di “Radio Puglia Stereo” da San Giorgio Jonico (101.700 Mhz), donava agli ascoltatori, dopo le lodi mattutine, il suo “Pace e gioia”. E subito il via alle tantissime chiamate in diretta per due chiacchiere con gli ascoltatori per mandare i saluti ad amici e parenti. Colpito dall’invito di Gesù, “Predicatelo sui tetti”, don Domenico dette inizio alla meravigliosa avventura di “Radio Puglia Stereo” nel 1976.

La presenza dell’antenna a ridosso del campanile è una indicazione precisa di un impegno e di una missione che ha animato i protagonisti di questa avvenuta mediale sull’onda profetica e contagiosa del suo fondatore. “Certe sere camminando per le strade del paese – racconta – ognuno può rendersi conto delle molte famiglie ascoltando Radio Puglia, partecipando a momenti di preghiera, ascoltando storie di testimoni del nostro tempo, pensieri di filosofi, racconti in diretta delle gite degli studenti o dei pellegrinaggi delle parrocchie”. Appartenente all’Istituto di Gesù Sacerdote, fondato da don Alberione, don Domenico è nato a Locorotondo il 30 marzo 1928 da Pasquale (caposquadra cantoniere) e da Giuseppina Marzo (casalinga), i quali dettero alla luce anche Gina e Concetta. Dal 1938 trasferitosi a Taranto, don Domenico , dopo aver frequentato le scuole professionali, avvertì la chiamata al sacerdozio; così intraprese gli studi nel seminario di Taranto (allora in città vecchia) e in quello regionale maggiore di Molfetta.

L’ordinazione presbiterale risale al 15 luglio del 1956, nella chiesa di San Francesco De Geronimo, ai Tamburi, con don Cosimo Russo quale parroco, con cui collaborò per qualche mese. Quale vicario parrocchiale fu inviato al Cuore Immacolato di Maria dove fece una preziosa esperienza pastorale sotto la guida di don Biagio Notarangelo. Nell’ottobre del 1958 l’arcivescovo Guglielmo Motolese lo nominò parroco all’Immacolata di San Giorgio Jonico, incarico mantenuto fino al 2006, con le dimissioni per limiti di età. Fino a quando le suore Figlie di Maria Immacolata sono rimaste a San Giorgio Jonico, don Domenico ha celebrato la santa messa in diretta radiofonica nella loro sede di Casa Betania in via Lecce. Così continua a consigliare ai giovani sacerdoti che lo vanno a trovare: “Non solo a loro, ma a tutti i fedeli: invito a leggere e meditare ogni giorno una pagina della Bibbia, che è luce che illumina i nostri passi nel cammino verso l’eternità”.

Angelo Diofano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche