x

19 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 19 Maggio 2022 alle 12:56:00

News Provincia di Taranto

A Monteparano arriva il bonus per le utenze domestiche

foto di Il Palazzo di Città di Monteparano
Il Palazzo di Città di Monteparano

MONTEPARANO – Bonus per le utenze domestiche. Il periodo particolare sanitario che stiamo ancora vivendo a causa del Covid-19, con l’aggiunta di questa maledetta guerra in atto, porta ancor di più gli amministratori comunali, ad avere sempre un occhio di riguardo per i cittadini in stato di bisogno. Adesso sono gli gli aumenti delle utenze che stanno mettendo in ulteriore serie difficoltà le famiglie più precarie dal punto di vista economico già provate dalla pandemia non ancora del tutto debellata. Sembra essere indirizzato a questi sentimenti un altro atto che pone interesse verso i suoi concittadini, quello ultimo della sindaca di Monteparano Maristella Massari. Dopo la disponibilità data e l’accoglienza di profughi in fuga provenienti dalle zone di conflitto in Ucraina, l’attenzione della locale Prima cittadina si rivolge all’interno del proprio paese.

E’ infatti notizia fresca proprio di questi ultimi giorni, dell’attivazione di un parziale contributo economico agli aventi diritto che ne potranno usufruire, relativamente alle spese per le utenze domestiche. In particolare, viene espresso nella nota ufficiale apparsa il 30 marzo scorso sul portale municipale, il beneficio è relativo ai consumi di energia elettrica, gas e acqua, effettuati nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2022. Per accedervi è necessario essere un nucleo familiare in condizioni di disagio economico legato alla situazione di emergenza sanitaria in atto e sempre sul portale del Comune di Monteparano, è possibile scaricare sia il bando che il modulo di domanda relativi al bonus utenze domestiche. Abbiamo interpellato a riguardo la sindaca Maristella Massaro che, brevemente, così ci ha detto a riguardo: “Ci sembrava giusto intervenire in questo momento per dare un sostegno economico. Questi che stiamo elargendo, sono fondi residui versati dallo Stato per emergenza covid, ed è stata nostra intenzione accantonarli per ridistribuirli in questa particolare fase”. Certo si potrebbe sempre affermare che è solo una goccia nell’oceano di questi tempi bui ma, come ebbe a dire la stessa Santa Teresa di Calcutta: “… se non lo facessimo, l’oceano avrebbe una goccia in meno.”

Floriano Cartanì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche