x

17 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 17 Maggio 2022 alle 21:48:00

Cronaca News

Incidente mortale in via Bellarmino, automobilista patteggia

Il Tribunale
Il Tribunale di Taranto

Ha patteggiato un anno di reclusione il conducente dell’autovettura coinvolta nell’incidente in cui ha perso la vita l’avvocato Claudio Clary. All’origine della tragedia, stando alle contestazioni dell’accusa, c’è stato il mancato rispetto della precedenza da parte l’automobilista accusato di omicidio colposo. Il legale, 65 anni, tarantino, giudice onorario del Tribunale di Bari, molto noto nel capoluogo jonico, era in sella al suo scooter, la mattina del 3 luglio dello scorso anno, e percorreva corso Italia quando, all’altezza dell’incrocio con via San Roberto Bellarmino, ha urtato improvvisamente contro lo sportello anteriore di un’autovettura che svoltava a sinistra, omettendo di dargli la precedenza.

A causa dell’impatto violento, il legale ha riportato un trauma del torace con fratture. Lesioni gravi che hanno provocato il decesso. Il conducente dell’auto, 76 anni, di San Giorgio Jonico, finito sotto accusa, ha scelto di patteggiare la pena. Il gup del Tribunale di Taranto Benedetto Ruberto gli ha inflitto un anno di reclusione. Nel procedimento i familiari della vittima si sono costituiti parte civile tramite l’avvocato Salvatore Maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche