x

19 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 19 Maggio 2022 alle 06:18:58

foto di Il Taranto
Il Taranto

Una marcia cadenzata, in cui non sono ammesse interruzioni e perplessità. Una lotta contro il tempo e verso l’obiettivo della salvezza per il Taranto, atteso fra le mura amiche dello “Iacovone” nel pomeriggio odierno per sfidare il quotato Monopoli, nell’incontro valevole per il recupero della 14ma giornata di ritorno, con fischio d’avvio alle ore 14.30. Ennesimo esame da non fallire per la formazione allenata da Giuseppe Laterza, al cospetto di un mese di aprile cruciale ed affrettato: “Chiedo una vittoria importante, che possa aiutarci ad uscire da una situazione negativa che si è prolungata anche parecchio- ha esordito ieri il tecnico rossoblu – Un successo che consenta un distacco dalla zona pericolosa. Non siamo riusciti a sfruttare la partita di domenica contro la Juve Stabia, squadra abile a chiudersi e non concederci spazi: non abbiamo trovato l’affondo decisivo, nonostante lo sviluppo costante della manovra”.

“Tutti vogliamo la salvezza del Taranto- è il suo messaggio- E’ fondamentale fare gruppo, condividendo identica mentalità: diamo fiducia a questi ragazzi. Abbiamo lavorato tanto l’anno scorso per portare il Taranto in serie C. Mi dispiace per il momento amaro e lungo, la piazza non lo merita, ma viverlo, affrontarlo e risolverlo è obbligatorio”. “Non meritiamo questa situazione, assolutamente- ha confidato mister Laterza- I tifosi sono per noi fondamentali, lo sono sempre stati. Anche l’anno scorso, quando non abbiamo avuto la fortuna di averli sugli spalti, ne sentivamo il calore. In questo momento in cui abbiamo la possibilità di poterceli godere durante la partita, spetta a noi riconquistarli”. E’ uno stratega neofita della categoria, un esordiente del professionismo che ha bruciato le tappe brillantemente alla guida del Taranto e che ora sta sfidando il suo primo periodo d’emergenza, antitetico all’ispirazione dei sogni e delle ambizioni, Giuseppe Laterza: “Io sento la responsabilità di gestire il gruppo e devo essere bravo a farlo con la massima serenità e la massima lucidità- racconta le sue emozioni- Da parte mia, c’è massima concentrazione per la fase che stiamo vivendo: c’è pressione, ma occorre metabolizzarla con adeguata razionalità. Parlo con i ragazzi all’interno dello spogliatoio e la mia missione equivale al cercare di trasmettere tranquillità, perché adesso ogni punto pesa. Vivo questo frangente con calma, rassicurato dalla bontà del lavoro svolto. Alla fine del campionato faremo i contri, dopo aver valutato competenze ed atteggiamenti”.

Contro il Monopoli è certificata l’assenza di capitan Marsili, infortunato al quadricipite sinistro, mentre Civilleri, ostacolato da problemi lombari cronici, non partirà titolare; nella lista dei convocati, oltre ai lungodegenti Guastamacchia, Diaby e Barone, non compare il terzino destro Tomassini. La spensieratezza dei giovani interpreti potrebbe rappresentare l’arma in più nell’epilogo di stagione, secondo l’opinione offerta dal direttore sportivo Montervino dopo il pareggio con la Juve Stabia: una chiave di lettura originale che coinvolge Labriola, Granata, De Maria. “Non ho mai sottratto responsabilità ai giovani, anzi: ne ho conferita di più, perché loro hanno la possibilità di giocare a Taranto, una piazza importantissima, e devono sfruttarla al massimo. Devono ostentare coraggio e personalità- ha confermato mister Laterza- Ricordo partite in cui abbiamo schierato sette under: non mi sono mai preoccupato della scelta. Per alcuni si tratta della prima esperienza di spessore: dimostrano piglio e determinazione anche in allenamento, se adesso dovessero avere un po’ più di freschezza rispetto a qualche over, noi dovremmo essere astuti a sfruttarla”. “Labriola sta dimostrando di avere tanta personalità, qualità, di riuscire a mantenere anche le pressioni: a Palermo ha disputato una grande prova in un momento di difficoltà per noi- esamina l’allenatore ionico- Domenica è apparso lucido nel giostrare e nel mantenere la posizione anche quando Di Gennaro si alzava e lui rimaneva solo in mezzo, ha coperto benissimo il campo. Granata ha disputato una gran bella partita: è rientrato dall’infortunio e sta bene, è sveglio nel collaudare i meccanismi difensivi. De Maria è un gran giocatore, uno duttile come piace a me, che garantisce piena disponibilità ad essere schierato in diverse posizioni, e vanta anche qualità nelle giocate.

E’ importante per noi e possiamo sfruttarlo ancora come esterno alto”. Obiettivi diametralmente opposti nel duello col Monopoli di Alberto Colombo: “Complimenti al mister perché la squadra gioca veramente bene, abbiamo analizzato le partite- ha dichiarato Laterza- Ha superato tre sconfitte consecutive nel modo migliore, ovvero inanellando sei vittorie, ed ora aspira a conquistare il secondo posto animato da tanto entusiasmo. Sarà una partita dura: il Monopoli opera uomo contro uomo, disponendosi con un 3-5-2 che permette di difendere bene con le linee a tre e cinque. Ha la possibilità di verticalizzare subito perché davanti possiede giocatori dinamici, strutturati e talentuosi, nonché dei quinti di gamba che all’andata ci hanno creato difficoltà. Inoltre i due interni di centrocampo sono devastanti nelle transizioni ed attaccano tantissimo lo spazio. Cercheremo di concretizzare e fare male nelle situazioni che abbiamo provato. C’è bisogno di tranquillità: me l’aspetto dagli uomini di qualità”.

Alessandra Carpino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche