x

19 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 19 Maggio 2022 alle 06:18:58

Cultura News

A Grottaglie le immagini dei Riti in Puglia

foto di A Grottaglie le immagini dei Riti della Settimana Santa in Puglia
A Grottaglie le immagini dei Riti della Settimana Santa in Puglia

GROTTAGLIE – Il Castello Episcopio, in largo Maria Immacolata, ospita la mostra fotografica “Settimana Santa in Puglia”, organizzata dall’associazione Duepuntootto che è stata inaugurata domenica scorsa delle Palme. Si tratta di una bella collettiva che espone le opere di sette artisti che hanno voluto ritrarre, da diversi punti di vista, i riti legati alle tradizioni pasquali dettati dalla pietà popolare. I fotografi che espongono sono: Anna Calabrese, Gianfranco Corvino, Federico D’Amuri, Daniele De Marco, Max Germinario, Luigi Petraroli, Mimmo Zinzanella. Le tradizioni pasquali legate alla pietà popolare si confermano tra i soggetti preferiti per gli appassionati della fotografia, come testimoniano le mostre in corso in questi giorni anche a Taranto e in varie città, certo anche per il carico di emozioni che da sempre riesce a portare con sé, sarà per l’occasione che offre di condensare messaggi e immagini capaci di coniugare il passato con il presente.

Ricordiamo che l’associazione culturale fotografica Duepuntootto, nata nel 2013 e regolarmene registrata è la prima realtà associativa nata a Grottaglie, città che ha dato i natali a importanti fotografi che hanno esportato la loro arte in Italia e nel mondo, rivolta alla fotografia. L’idea di fondare l’associazione scaturisce dalla volontà di un gruppo di condividere la comune passione per quella che resta un’arte, nonostante la possibilità offerta oggi dalle nuove tecnologie di trasformare tutti i potenziali fotografi. Dal 2016 l’associazione, che non ha fini di lucro, organizza il Grottaglie Foto Festival, il primo festival della fotografia nella città delle ceramiche. Non è facile, in una mostra collettiva, esprimere giudizi in relazione al talento che in alcuni casi evidenzia una passione profonda di livello professionale e più ancora artistico, ma tutti gli espositori dimostrano un impegno evidente a evitare la retorica e a comporre, attraverso la ricerca del particolare, una realtà immaginifica coinvolgente e che provochi sempre lo stupore, che è poi il fine ultimo di ogni attività artistica e anche della fotografia.

Il bianco e nero, a volte esasperato, contribuisce a dare alle immagini una rigorosa essenzialità. La mostra ha anche il merito di allargare l’indagine visiva, che diventa umana e sociale, alle tradizioni di altre città pugliesi, oltre Grottaglie, a cominciare naturalmente da Taranto, la cui pietà popolare si manifesta nella sua intensità proprio attorno ai riti pasquali, da qui a Francavilla Fontana, dove si svolge una delle processioni dei Misteri più solenni e partecipate, e poi a Faggiano, Castellaneta, Mottola con un’incursione nella provincia barese: a Molfetta. Il confronto offerto dai fotografi, in questo modo, dimostra con efficacia visiva come in ogni località i riti assumano specificità e modalità diverse, pur nella ripetizione dei gesti e delle simbologie, che testimoniano il particolare sentire e le sensibilità specifiche delle diverse comunità. Nelle quali significati e rappresentazioni si sono stratificati, ma sempre privilegiando prospettive particolari, come ad esempio la partecipazione massiva nella composizione delle processioni che si registra a Francavilla Fontana o a Mottola a differenza di quella selettiva, che invece connota le processioni di Taranto. La mostra è visitabile nei seguenti orari: da martedì a venerdì: 10-13, 15,30-18,30; sabato, domenica e festivi: 10.30-13, 15,30-19. Un’altra mostra fotografica sulla settimana Santa è in corso, sempre a Grottaglie, nell’oratorio della Confraternita del Purgatorio di Grottaglie, in piazza Regina Margherita. Sono esposte le foto amatoriali a cura di Alfonso Manigrasso; Carmela Caiazzo e Ciro Stefani. Orario di apertura serali: 16/19 – sabato e domenica mattina 09/12 pomeriggio 17/20.

Silvano Trevisani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche