x

24 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 24 Maggio 2022 alle 09:59:00

News Provincia di Taranto

Festeggiato a Lizzano l’anniversario sacerdotale di don Giuseppe Zito

foto di don Giuseppe Zito
Don Giuseppe Zito

LIZZANO – Domenica scorsa, 24 aprile, nella chiesa madre di San Nicola a Lizzano nella santa messa animata dal coro polifonico parrocchiale e con il servizio liturgico dei ragazzi del gruppo ministranti si è festeggiato il ventitreesimo anniversario di sacerdozio del parroco don Giuseppe Costantino Zito. « Vi ringrazio di tutto cuore – ha esordito don Giuseppe – per la vostra vicinanza come pure per aver voluto preparare e condividere con me questo singolare momento di spiritualità, di fraternità e di festa. Facendo viva memoria dello sguardo d’amore del Signore Gesù e della Sua chiamata a seguirLo più da vicino, mi è caro ritornare al giorno della mia Ordinazione e comprendere meglio, a distanza di anni, quanto lo Spirito Santo ha operato in me. Ripercorrendo tutto il cammino finora compiuto, con il cuore sempre aperto alle sorprese dello Spirito, sono qui con voi per ripresentare al Buon Pastore il mio “sì” generoso, convinto e gioioso, rendendo al contempo fervide grazie per il dono incommensurabile del sacerdozio».

Egli ha voluto infine esortare i fedeli a nutrire riconoscenza grande per questo dono, perché “…prolunga nel tempo ed attua nella storia la presenza dell’unico Pastore, il Cristo, dispensando i Suoi doni di misericordia e di vita, di consolazione e di grazia”. «A tutti – ha concluso don Giuseppe – voglio stringere la mano per offrire il conforto e la consolazione dell’amore misericordioso di Gesù! Desidero incoraggiare le famiglie e i nostri poveri, abbracciare i ragazzi e giovani, benedire gli ammalati». Sono stati in molti a fargli pervenire pensieri ed attestazioni augurali, tra cui la presidente dell’Azione Cattolica parrocchiale, prof.ssa Annamaria Marinaro e la responsabile dei catechisti, prof.ssa Elena Bolognino che, a nome dell’intera comunità, gli hanno pubblicamente esternato «stima ed affetto per l’apertura e la disponibilità umana; per il tratto affabile e gentile, cordiale ed accogliente; per la vicinanza ai ragazzi, ai giovani e alle famiglie come pure ai tanti bisognosi del paese; per l’impegno tenace nei lavori di ristrutturazione degli ambienti pastorali».Prima della solenne benedizione, don Giuseppe –ricordando ai fedeli il costante impegno pastorale della parrocchia anche in tempo di pandemia, come la recente raccolta umanitaria pro Ucraina di tremila euro – ha invitato tutti a vivere sempre più intensamente il dono della comunione ecclesiale e a profondere, con l’entusiasmo della fede, rinnovate energie apostoliche per una più feconda ed incisiva azione missionaria sul territorio. “L’impegno unitario in parrocchia – ha sottolineato – è infatti teso nel cercare di incarnare e di tradurre in pratica pastorale la ‘Chiesa sinodale, misericordiosa e in uscita’ tanto desiderata da papa Francesco come pure le annuali indicazioni pastorali dell’arcivescovo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche