x

17 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 17 Maggio 2022 alle 21:48:00

News Provincia di Taranto

Grottaglie, prove di volo con l’elicottero a controllo remoto

foto di Grottaglie, prove di volo con l’elicottero a controllo remoto
Grottaglie, prove di volo con l’elicottero a controllo remoto

GROTTAGLIE – Presentati presso l’aeroporto di Grottaglie i risultati delle attività sviluppate nell’ambito di una iniziativa finanziata dall’Agenzia spaziale italiana (Asi) da Telespazio e Leonardo, con il supporto tecnico di Enav e la collaborazione del Dta (Distretto tecnologico aerospaziale) e di Planetek. L’obiettivo del progetto è quello di garantire standard di sicurezza adeguati e massima precisione in ogni fase di volo attraverso l’utilizzo di sistemi di navigazione satellitare, in particolare di Galileo, ai velivoli a pilotaggio remoto, integrandoli nel sistema nazionale di gestione del traffico aereo. Sono state eseguite prove di volo per la raccolta di dati attraverso i sistemi satellitari con l’elicottero a controllo remoto SW-4 Solo di Leonardo, un velivolo del peso di oltre 150 chilogrammi Garantire standard di sicurezza adeguati e massima precisione in ogni fase di volo attraverso l’utilizzo di sistemi di navigazione satellitare, in particolare di Galileo, ai velivoli a pilotaggio remoto Rpas (RemotelyPiloted Aircraft Systems) e Uas (UnmannedAircraftSystem s),integrandoli nel sistema nazionale di gestione del traffico aereo (Atm – Air Traffic Management).

Questo l’obiettivo del progetto di ricerca Urano (Uas/RpasintegrAti Nel sistema Atm Nazionale), presentato nell’aeroporto di Grottaglie, finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) con il supporto tecnico di Ennavb, e realizzato da Telespazio – una joint venture tra Leonardo (67%) e Thales (33%) – in collaborazione con Leonardo. Il progetto, giunto alla fase dei test di volo, intende favorire, attraverso l’uso di sistemi Gnss, quali Gps, Egnos e Galileo, l’inserimento nel sistema di gestione del traffico aereo dei velivoli a pilotaggio remoto con peso al decollo superiore di 150 kg e utilizzati per operazioni civili. Telespazio e Leonardo, con il supporto dei partner Planetek e Distretto Tecnologico Aerospaziale (Dta), hanno condotto le attività di ricerca, attraverso la progettazione, lo sviluppo, la verifica e la validazione di un sistema prototipale per sperimentare e dimostrare i vantaggi dell’uso dei sistemi di navigazione satellitare per le missioni di droni integrate nel sistema Atm. Nell’ambito del progetto, Enav ha fornito le necessarie attività di supporto, monitoraggio e revisione tecnica delle operazioni. Le prove di volo sono state eseguite con l’elicottero a controllo remoto SW-4 Solo di Leonardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche