Attualità News

L’Ancri celebra la Giornata mondiale dell’Ambiente

Incontro moderato dal prefetto tarantino Francesco Tagliente

Francesco Tagliente
Francesco Tagliente

Il 5 giugno di ogni anno, migliaia di comunità, in tutto il mondo, celebrano la “Giornata Mondiale dell’Ambiente” per incoraggiare la consapevolezza e l’azione a livello mondiale per la protezione dell’ambiente. Si tratta di un appuntamento promosso nel 1972 all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Ogni anno la celebrazione ai associa a un tema particolarmente strategico. Lo scorso anno il tema scelto dall’Onu è stato la “Lotta alla plastica monouso”.

Per il 2019 è stato annunciato che sarà la Cina ad ospitare le celebrazioni mondiali sul tema dell’inquinamento atmosferico. Tema particolarmente sentito se si considera che ogni anno, in tutto il mondo, a causa dell’inquinamento atmosferico muoiono prematuramente circa 7 milioni di persone. La Giornata mondiale dell’ambiente 2019 inviterà i governi, l’industria, le comunità e le persone a unirsi per esplorare le energie rinnovabili e le tecnologie verdi e migliorare la qualità dell’aria. Anche in Italia è molto attuale la discussione sulla sostenibilità del “sistema produttivo” e degli effetti delle emissioni in grandi Poli Industriali con la necessità di traguardare un necessario equilibrio tra crescita economica e tutela delle comunità locali, sempre più sensibili a questi temi. Ne è un esempio la comunità tarantina, che da anni affronta la complessa questione ambientale alla ricerca di un non semplice equilibrio tra salute e lavoro.Proprio per discutere del cambiamento climatico globale e dei suoi effetti sulle popolazioni a Roma, quest’anno, per celebrare la Giornata mondiale dell’Ambiente, scendono in campo l’Associazione nazionale degli Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Ancri) e il Dipartimento della Protezione Civile, con un convegno tematico organizzato a partire dalle ore 10 presso l’Auditorium della sede di Via Vitorchiano 2 del Dipartimento.

Il particolare interesse ai temi dell’ambiente per l’Ancri discende dalle finalità statutarie del sodalizio di divulgare i principi e i valori della Costituzione italiana e di contribuire, tra l’altro, alla tutela dell’ambiente e della salute. Dopo i saluti di Angelo Borrelli, Capo Dipartimento di Protezione Civile, e di Tommaso Bove, Presidente Nazionale ANCRI, moderati dal prefetto tarantino Francesco Tagliente, interverranno l’Ing. Paolo Ghezzi, Delegato nazionale Ancri per Protezione Civile e Ambiente e responsabile scientifico del Master Geca in economia circolare della Scuola S. Anna di Pisa; Daniel Calleja Crespo, Direttore della Dg Ambiente della Commissione europea; Steffan De Mistura, Ambasciatore ONU responsabile di missioni in Iraq, Afganistan, Siria e Libano; il geologo del Cnr Mario Tozzi e Francesco Rocca, Presidente della Federazione Internazionale delle società di Croce Rossa e Mezza Luna Rossa. Chiuderà i lavori Agostino Miozzo, Direttore Generale dell’ufficio Promozione e Integrazione del Servizio Nazionale del Dipartimento di Protezione Civile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche