Attualità News

Morto il boss ed il Questore vieta i funerali pubblici

Ignazio Taurino aveva sessantatre anni

La Questura di Taranto
La Questura di Taranto

Muore il boss della Città Vecchia e il questore Giuseppe Bellassai vieta i funerali pubblici. Il Questore ha firmato un provvedimento con il quale ha disposto il divieto di funerali pubblici per il 63enne Ignazio Taurino venuto a mancare nella giornata di sabato 18 maggio scorso.

La salma stamattina ha raggiunto direttamente il cimitero e i funerali sono stati celebrati alla presenza dei soli familiari. La decisione è stata assunta dal questore Bellassai per motivi di ordine pubblico. Nel 2008, Ignazio Taurino, insieme ad un complice balzò agli onori della croinaca nazionale per aver tentato di estorcere del denaro alla produzione del film di Lina Wertmuller intitolato “Mannaggia alla miseria”, successivamente costretta ad abbandonare la Città Vecchia per le riprese per spostarsi a Brindisi. I due secondo l’accusa chiesero prima 50mila euro, scendendo poi a 20mila euro, per “proteggere” il set. Ignazio Taurino era considerato elementi di spicco della criminalità tarantina soprattutto di quella che operava in Città Vecchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche