Cronaca News

Comune, «Ecco che cosa abbiamo fatto»

Emidio Albani ricorda le iniziative dell’amministrazione Melucci

Il consigliere comunale Emidio Albani
Il consigliere comunale Emidio Albani

«Sono poco avvezzo ad esternazioni di circostanza legate al contesto politico territoriale ma a volte, come in questo caso, non posso fare a meno di fare alcune opportune precisazioni. i riferisco a chi in questi giorni si ritaglia uno spazio sulla stampa con l’esclusivo interesse d’infangare l’immagine dell’amministrazione criticando il corrente operato senza aver mai inciso sui destini della propria città sebbene sieda sui banchi della massima assise da svariate consigliature. E proprio grazie alle recenti affermazioni di qualcuno, che ripete come un disco rotto che nulla è stato fatto, mi permetto di ricordare cosa ha fatto l’amministrazione Melucci in 23 mesi dall’ insediamento». Così Emidio Albani, consigliere comunale, che elenca quanto fatto dall’amministrazione Melucci.

«PUMS; Uscita dissesto; Macrostruttura; Assunzioni dipendenti pubblici; Palazzo Uffici; Dpp; Gara milionaria per la manutenzione del verde; Candidatura ai Giochi del Mediterraneo; servizi primari quali la fogna per lama, Talsano e San Vito a cui si aggiunge l’estensione della rete di gas metano; Gara strade e pubblica illuminazione; Raccolta Differenziata; DUC; Palazzo storici; Ristrutturazione biblioteca Acclavio; Piani di zona; Riqualificazione mercato via Lucania». Continua Albani: «Sulle questioni politiche non ci soffermiamo perché non prendiamo lezioni da nessuno. Le prossime elezioni regionali e le altre questioni menzionate nulla c’entrano con l’azzeramento della giunta, azione messa in campo dal Sindaco per avviare una nuova fase politica di questa amministrazione».

2 Commenti
  1. danilo 1 anno ago
    Reply

    ma non è meglio esternare a fine realizzazione dei progetti: strade e illuminazione -palazzo uffici-assunzione dipendenti-mercato lucania etc.? parlare e progettare è facile per tutti

  2. Luigi 1 anno ago
    Reply

    A Talsano non sono stati fatti lavori, le strade sono colapasta, e quelle ” intatte ” se piove si allargano. Ad agosto 2018 è bastata una futile pioggia per esser bloccati, tra Viale Europa e la chiesa di San Cosma e Damiano non si poteva attraversare, le vie antistanti erano lo stesso sommerse. I tombini presenti non fanno defluire l’ acqua. E questo per quanto riguarda Talsano è solo un accenno, vogliamo parlare delle strade per arrivare a San Vito? A Talsano? A Lama? Non solo, parliamo dell’ estate 2018, le uniche sere degne di nota quelle in cui è stato aperto il Ponte Girevole e sono stati aperti gli Ipogei e il Museo Diocesano, il resto è stato un mortorio. Inutile candidarsi per i giochi, si deve e dovrebbe pensare prima di tutto a risolvere i problemi, evitare lo spopolamento, e aprire l’ Arlotta. Poi si può pensare alle cose futili. TARANTO NON HA BISOGNO DI GIOCHI, ha talmente tante bellezze che potrebbe far vivere di rendita i tarantini per secoli se l’ amministrazione si facesse valere. Amo Taranto e mi spacca il cuore vedere come viene calpestata da chiunque senza aver difesa. È assurdo che la più ricca città della Puglia venga sminuita perché POLITICAMENTE VIENE AFFOSSATA E SEMPRE POLITICAMENTE a livello locale NESSUNO SI OPPONGA. TARANTO VA PROTETTA E AMATA, È UNO SCRIGNO D’ ORO CONTENENTE ORI MATERIALI E NON QUALI LA SUA STUPENDA POPOLAZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche