19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Cronaca News

Dipendenti comunali, buoni pasto inspendibili

La denuncia di Annamaria Marra

Palazzo di città
Palazzo di città di Taranto

«Non bastava ai dipendenti del Comune di Taranto che non percepissero la produttività, si doveva aggiungere anche il problema della inspendibilità dei buoni pasto elettronici, a causa di un presunto conflitto della Sodexo s.r.l con i fornitori, che si trascina da mesi senza soluzione, che è molto grave e, pertanto, meritevole di un’adeguata attenzione da parte dell’amministrazione comunale». Annamaria Marra, della segreteria provinciale Fp Cgil, mette in evidenza le difficoltà riscontrate dai dipendenti comunali con i buoni pasto elettronici.

«A farne le spese i soliti malcapitati dipendenti comunali, che non trovano pace, che da dicembre non possono spendere i buoni pasto perché i già pochi esercizi convenzionati, non accettano quelli erogati in formato elettronico Sodexo BP8. E gli esercizi che li accettano, li sottopongono ad una serie di limitazioni, che riducono il potere di acquisto di chi li spende. Che destino quello dei dipendenti del Comune di Taranto – rimarca Marra – senza buoni pasto, obbligati ad un’azione legale per il riconoscimento della produttività 2016 e 2017, comunque indispensabili, pronti a fronteggiare tutti i giorni la disorganizzazione gestionale e la gravissima carenza di personale che stanno paralizzando l’ente, sempre in prima fila per mantenere alto il livello dei servizi erogati al cittadino. Peccato, che gli amministratori locali non se ne accorgano e che, in questa trascuratezza, si consenta che il personale venga mortificato, e il Comune arrivi allo scontro, resistendo in giudizio, per negarne i diritti acquisiti dal personale.

Ogni giorno, la nostra organizzazioni sindacale raccoglie numerosissime istanze da parte dei dipendenti che lamentano i disagi e denunciano la poca attenzione della Responsabile della Direzione Risorse Umane che, oltre al gesto iniziale di una formale contestazione alla società Sodexo, peraltro sollecitata dal segretario generale, di fatto non ha saputo intraprendere a livello nazionale e territoriale, azioni concrete a tutela dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici del Comune di Taranto. Ovviamente, la Fp Cgil non resta a guardare, sarà al fianco dei dipendenti nella raccolta di firme per rappresentare il malessere, decisa a promuovere ogni iniziativa utile all’immediata soluzione. Attese le premesse, chiediamo al sindaco un tavolo di confronto, quanto mai urgente, per affrontare e definire la questione, con la priorità di chiarire i costi già sostenuti dall’ente, per acquistare i buoni pasto… buoni a nulla».

1 Commento
  1. grazia chimenti 2 anni ago
    Reply

    ma non solo il comune, anche i dipendenti Marina Militare…è una vergona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche