01 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 01 Dicembre 2020 alle 16:25:46

Cronaca News

Sequestrata una pescheria in Città Vecchia

In azione Polizia di Stato e Capitaneria di Porto

Sequestrata una pescheria in Città Vecchia
Sequestrata una pescheria in Città Vecchia

Vende abusivamente pesce in cattivo stato di conservazione,: 59enne denunciato dalla Polizia di Stato e dalla Capitaneria di Porto. Il Commissariato Borgo e la Guardia Costiera di Taranto hanno denunciato il gestore di una pescheria della Città Vecchia per aver destinato al commercio prodotti pericolosi per la salute pubblica e per aver tenuto in cattivo stato di conservazione alimenti destinati al consumo ed hanno notificato il decreto di sequestro preventivo dei locali e della merce (pm dr.ssa Castiglia – gip dott. Giuseppe Tommasino).

In particolare, durante mirati servizi finalizzati alla verifica del rispetto della normativa sulla commercializzazione e tracciabilità del prodotto ittico, gli operatori del Commissariato e della Guardia Costiera hanno effettuato un controllo congiunto presso due locali adiacenti, l’uno adibito a pescheria e l’altro a magazzino, riconducibili alla stessa persona. Sono apparse immediatamente evidenti le pessime condizioni di manutenzione ed igiene in cui versavano i locali, così come confermato anche dal personale Asl. intervenuto nel corso del controllo, con liquami a terra, intonaci distaccati, evidenti punti di ruggine e rumenta sparsa. All’interno di una cella frigo disalimentata dalla corrente elettrica e quindi non refrigerata, pervasa da cattivo odore ed in pessimo stato di conservazione, è stata rinvenuta un’ingente quantità di pesce fresco congelato non idoneo al commercio, e precisamente 13 casse di pesce di varie specie e 51 casse di bianchetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche