News Politica

Franzoso “espelle” Ficocelli: «Sei fuori da Forza Italia»

Palazzo di Città
Palazzo di Città

Il sindaco Rinaldo Melucci ha firmato, nei giorni scorsi, il decreto di nomina di Francesca Viggiano con delega al Patrimonio ed alle Politiche Abitative, «scelta condivisa con il segretario provinciale del Partito democratico – si legge in una nota di Palazzo di Città – Come annunciato, in questa seconda fase ho aperto alla politica e ho accolto i suggerimenti giunti dai gruppi della maggioranza. Gli assessori confermati godono di un rafforzato rapporto umano e della mia soddisfazione per l’impegno profuso, sul quale però ho chiesto di aggiungere ancora più intensità per colmare alcune criticità. Ogni nomina è fiduciaria, quindi sarà richiesto ai nuovi e vecchi assessori di garantire sempre rispetto e alta performance: senza queste prerogative è impossibile produrre un qualunque risultato per il lavoro di squadra, quale è quello di una Giunta, ma soprattutto per la città.

A Paolo Castronovi la delega di vicesindaco – precisa il primo cittadino – perché credo abbia le caratteristiche e il temperamento giusto che occorrono per ricoprire questa carica in questo momento, si è inoltre dimostrato una persona con una spiccata capacità di mediazione, altrettanto utile a questo ruolo e ancora di più nella politica in generale. A chi ha lasciato un sincero e convinto ringraziamento per aver contribuito a quella che è stata la parte sicuramente più dura e impegnativa di questa consiliatura: hanno dato quella sferzata che Taranto attendeva da lustri. Agli ex assessori, tutti brillanti professionisti, i miei più sentiti auguri per un radioso futuro professionale e politico. La casella rimasta ancora scoperta, infine, mi consentirà di fare ulteriori eventuali valutazioni, nell’interesse esclusivo del lavoro da portare a termine per Taranto».

In precedenza il sindaco aveva assegnato le deleghe Servizi Sociali e Integrazione: Gabriella Ficocelli; Pubblica Istruzione e Pari Opportunità: Rita Frunzio; Affari Generali e Associazionismo: Deborah Cinquepalmi; Sviluppo Economico e Polizia Locale: Gianni Cataldino; Cultura e Sport: Fabiano Marti; Società Partecipate e Risorse Umane (vicesindaco): Paolo Castronovi; Urbanistica e Mobilità: Augusto Ressa. Proprio in merito al rimpasto di Giunta, decretato dal sindaco Melucci, si registra l’intervento critico dell’on. Ylenja Lucaselli (Fratelli d’Italia): «Il rimpasto della Giunta comunale a Taranto è figlio di una mera tattica. Un’operazione volta a calibrare varie anime politiche nella speranza del sindaco Melucci di ottenere un sostegno da forze eterogenee. Una squadra non si compone con il bilancino, magari ricorrendo ai proverbiali riciclati, ma coinvolgendo eccellenze in una condivisione di obiettivi e valori fondanti. A Taranto assistiamo ad un brutto spettacolo, pessimo esempio per la città è per l’intero Mezzogiorno».

Intanto, il commissario provinciale di Forza Italia, Francesca Franzoso, accusa Gabriella Ficocelli. «Anche nel libero mercato politico c’è un limite a tutto. E cambiare idea per cambiare scranno, come fatto da Ficocelli, rasenta la politica d’accatto. Entrata in consiglio comunale a Pulsano da candidata sindaco di centrodestra in quota Forza Italia alle scorse amministrative. Appena un anno dopo – prosegue Franzoso – con un rapido cambio di casacca, diventa assessore nella giunta di centro sinistra con Melucci. Cosa non si fa per uno strapuntino. Ma d’altronde: c’è chi cambia idea politica perdendo qualcosa e chi ci guadagna. Ficocelli è della seconda fattispecie. Non solo. Ficocelli, oltre ad aver voltato le spalle al partito, da cui è fuori senza appello, giocando contemporaneamente su più tavoli ha anche violato le più elementari regole di decenza politica». Sull’argomento, il neo assessore Gabriella Ficocelli, ha replicato di non essere tra gli iscritti di Forza Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche