News Sport Volley

Salto di categoria per il volley crispianese

Le ragazze dell’Argese si impongono nella finale dei playoff

Le ragazze dell’Argese si impongono nella finale dei playoff
Le ragazze dell’Argese si impongono nella finale dei playoff

CRISPIANO – Grande chiusura di stagione per le ragazze dell’Argese Volley Crispiano, che nell’ultima partita di finale playoff contro il Palo-Bitritto ottengono il successo per 3-2 che vale la promozione in C. E’ un grande traguardo per questo gruppo, sempre unito e coeso in questi due anni, la scorsa stagione ha gettato le basi partecipando al Campionato Regionale Femminile Under 18. Ma il vero salto di qualità è stato fatto in questi mesi, con una crescita continua, a livello tecnico e mentale, la squadra ha acquisito sempre maggior sicurezza nei propri mezzi, chiudendo la regular season del Campionato Regionale Femminile di Serie D al terzo posto, ottenendo il pass per i playoff.

«Al cospetto di squadre meglio attrezzate potevamo sembrare degli outsider, ma in questi match è venuto fuori il risultato di mesi di impegno e sacrifici in palestra» dice Giancarlo Argese. Un salto di categoria di vitale importanza, proprio nella stagione in cui Crispiano ha sete di successi sportivi e, l’Argese Volley Crispiano consente di ripartire da questa nuova avventura in serie C, con una prima squadra composta da giocatrici giovani e giovanissime, molte delle quali cresciutenel vivaio, e che hanno ancora molto da dare per questa maglia. I margini di crescita del gruppo sono ancora ampi, è bello pensare che queste ragazze possano centrare altri successi, in un futuro non troppo lontano. «Per me è una soddisfazione straordinaria, devo ringraziare la famiglia Silvestri per la grande opportunità che mi ha dato, le giocatrici per tutta l’energia che hanno messo in campo, il Coach, l’Associazione Sportiva Rainbow, i dirigenti e collaboratori e, i nostri tifosi che sono stati eccezionali» dice Argese. «Ringrazio tutti per la fiducia, adesso l’Argese Volley Crispiano ha iniziato un percorso e finita la festa, dobbiamo pianificare e programmare la prossima stagione. Ci aspetta un campionato complicato e abbiamo il dovere di lottare sempre con grande abnegazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche