News Provincia

Pd:«Dopo i crolli ancora transennati Municipio e chiesa di San Benedetto» a Massafra

Le transenne davanti al Comune di Massafra
Le transenne davanti al Comune di Massafra

“A mesi dai crolli, ancora transennati il Municipio e la Chiesa di San Benedetto. Il centro storico di Massafra dovrebbe essere il fiore all’occhiello della città, per la sua storia, la sua vastità e la bellezza architettonica, ma stenta a decollare sebbene il succedersi delle diverse amministrazioni”. La critica arriva dal Pd massafrese. “Nonostante i programmi elettorali, anche dello stesso sindaco Quarto,- si legge in una nota- a Massafra continua a mancare un piano strategico condiviso per il recupero, la rigenerazione e la valorizzazione del nostro centro storico, un’idea-progetto che dia una visione di insieme, che preveda azioni strategiche per consentirgli di diventare definitivamente un punto di riferimento per la collettività e per i flussi turistici del territorio in continua crescita, a beneficio dell’economia e delle politiche occupazionali della città.

Come recuperare il patrimonio architettonico del centro storico? Quale futuro per la viabilità? Come favorire e sviluppare il sistema del commercio? Sono tutti interrogativi che ad oggi non trovano ancora risposte concrete.Nell’ultima seduta del Consiglio Comunale, l’Amministrazione guidata dal sindaco Quarto ha deliberato la partecipazione dell’ente all’asta giudiziaria per l’acquisizione dell’area prospiciente all’ex Convento di S.Agostino, ritenendola strategica nell’ambito del Centro Storico, con l’obiettivo di riqualificare, rifunzionalizzare e rivitalizzare quell’area e valorizzare il notevole patrimonio storico-culturale presente. Questo intervento, seppur lodevole, è una iniziativa ancora troppo timida, isolata e assolutamente non esaustiva della questione del rilancio e recupero del centro storico.La mancanza di progettualità si evidenzia facendosi un giro nei pressi di Piazza Garibaldi, dove, pochi mesi fa, un evento atmosferico ha danneggiato sia il Municipio che la chiesa di San Benedetto, con importanti cedimenti strutturali. La vetustà e l’incuria hanno fatto il resto.Oggi, per garantirne la pubblica sicurezza, le strutture sono state transennate e una condizione temporanea è diventata permanente, visto che l’Amministrazione non ha messo in campo nessun atto concreto per risolvere il problema”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche