Attualità News

La questione di genere

Esperti a confronto nel corso dell’evento organizzato da Lilt e Fidapa

Prevenzione, salute e innovazione
Prevenzione, salute e innovazione

“La questione di genere: prevenzione, salute e innovazione nell’ottica di una corretta informazione. Aspetti Deontologici e giuridici”. E’ stato questo l’articolato tema che ha tenuto impegnati giornalisti, avvocati e medici in un seminario formativo-informativo, che si è tenuto venerdì 31 maggio presso la Sala Monfredi della Cittadella delle Imprese di Taranto. L’iniziativa è stata organizzata dalle sezioni provinciali della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) e dalla Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari (Fidapa), sezione di Taranto, e ha visto la collaborazione del Consiglio Regionale pugliese dell’Ordine dei Giornalisti e dell’Ordine degli Avvocati di Taranto.

Prevenzione, salute e innovazione
Prevenzione, salute e innovazione

Introdotti dai saluti di Fedele Moretti, neo presidente degli avvocati ionici, e di Perla Suma, presidente Lilt e Fidapa di Taranto, hanno relazionato Donatella Di Donna, avvocato e consigliera provinciale della Lilt, Mario Soggia, avvocato esperto nella tutela dei diritti negli ambiti sanitario e lavoristico, Marcello Stante, dermatologo, Luigi Coppola, chirurgo generale e vascolare, Efrem Ghislotti, chirurgo perfezionato in colonproctologia e pavimento pelvico e Maddalena Orlando, giornalista. Attraverso gli interventi dei relatori sono state approfondite diverse tematiche: il welfare pubblico e quello aziendale, le azioni di supporto del volontariato di ambito sanitario, la prevenzione e la cura di alcune patologie femminili meno conosciute, il giusto approccio degli operatori dell’informazione alla trattazione dei temi della salute, con particolare riferimento alla tutela della privacy e al rispetto della sensibilità psicologica e sociale. Agli interessanti interventi dei relatori è seguito un dibattito che ha coinvolto il numeroso e attento pubblico. A questo evento sono stati attribuiti 3 crediti formativi per giornalisti e avvocati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche