20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 09:30:53

Cronaca News

Mense ospedaliere, scatta l’agitazione

Verso la protesta. Il 25 giugno a Taranto sit-in permanente

Una mensa ospedaliera
Una mensa ospedaliera

Lavoratori delle mense ospedaliere in stato di agitazione. I segretari generali Barbara Neglia (Filcams Cgil Puglia), Antonio Arcadio (Fisascat Cisl Puglia) e Giuseppe Zimmari (Uiltucs Uil Puglia) hanno scritto al presidente della Regione, Michele Emiliano; al direttore del Dipartimento Salute della Regione, Angelo Sante Albanese; ai direttori generali delle Asl di Bari, Bat, Taranto e Brindisi ed alle aziende interessate dall’appalto, per chiedere un incontro urgente in merito alla vertenza che sta tenendo con il fiato sospeso centinaia di lavoratori pugliesi (circa 90 tra Taranto e provincia).

«Nel prendere atto della insufficiente garanzia occupazionale contenuta sia nel bando della gara “ponte” per il servizio di ristorazione dei plessi ospedalieri della Asl nella provincia di Taranto, che in quello della Asl nella provincia di Bari, chiediamo – si legge nella nota dei sindacati – un incontro urgente, con il coinvolgimento delle Asl interessate, per esaminare congiuntamente la determina relativa alla clausola sociale. Infatti, riteniamo che la clausola sociale, così come formulata nei bandi, statuisca solo una mera “facoltà” per l’appaltatore subentrante di assorbire l’organico pre esistente, previa sua valutazione discrezionale soggettiva delle maestranze più idonee e più coerenti con la propria organizzazione d’impresa». Secondo le segreterie regionali di Filcams, Fisascat e Uiltucs «appare evidente che tale espressa condizione rappresenti una grave minaccia per la tenuta occupazionale dei lavoratori storici dell’appalto oltre ad essere in netta contraddizione con quanto previsto dal contratto collettivo nazionale del lavoro vigente e dell’art. 30 della legge regionale 4/2010». Queste, dunque, le ragioni alla base della proclamazione dello stato di agitazione «di tutto il personale dei plessi ospedalieri interessati, con un sit-in permanente presso le Asl di Bari e Taranto dalle ore 9.30 del 25 giugno».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche