Cronaca News

Scontro frontale, un muratore muore mentre torna dal lavoro

Un'ambulanza del 118
Un'ambulanza del 118 - archivio

Uno scontro quasi frontale tra le due auto che non ha lasciato scampo a Giuseppe Piccinni, trentacinque anni, originario di Sava ma residente ad Avetrana dove da poco si era trasferito per convivere con la sua compagna.

La tragedia nel primo pomeriggio di ieri, sulla provinciale 183 che collega la via per il mare di San Pietro in Bevagna, con Avetrana. All’altezza della contrada «Serpenti», su un tracciato pieno di curve e dossi, l’Audi giuidata da Piccinni si è scontrata con un suv che procedeva dalla parte opposta. L’urto, violentissimo, ha fatto uscire fuori strada l’Audi mentre il conducente è rimasto incastrato all’interno. L’altro automobilista, un cinquantenne di Avetrana, è rimaso ferito ma non in maniera grave. All’arrivo dell’ambulanza del 118 il primo ad essere soccorso è stato il trentacinquenne che era rimasto incastrato al posto di guida. Il corpo che non dava segni di vita è stato estratto dalla parte del conducente. Purtroppo ogni tentativo di rianimarlo è risultato inutile. Con molta probabilità è morto sul colpo a causa di traumi alla testa e la torace.

Il conducente del suv è stato condotto all’ospedale di Manduria e dopo gli accertamenti del caso è stato dimesso. Il corpo privo di vita di Piccinni è stato trasferito al cimitero di Avetrana. Il trentacinquenne savese stava tornando a casa dopo una giornata di lavoro da muratore. Quando ha lasciato il cantiere ha telefonato alla sua compagna per avvisarla che sarebbe arrivato da lì a pochi minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche