Cultura News

Truppe schierate per la storica Battaglia tra Normanni e Bizantini

La storica Battaglia dell'XI sec. tra Normanni e Bizantini
La storica Battaglia dell'XI sec. tra Normanni e Bizantini

Mar Piccolo trasformato in un campo di battaglia per la rievocazione storica della Battaglia dellXI sec. tra Normanni e Bizantini: è quanto accadrà sabato 15 e domenica 16 giugno in occasione della 12a edizione della manifestazione. Da un lato ci saranno le truppe Normanne guidate da Roberto il Guiscardo e dal conte Malgerio, dall’altro i combattenti Bizantini che cercano di difendere i territori di Taranto, Brindisi, Oria e Otranto contro gli invasori. Si tratta della più grande rievocazione in Italia di una battaglia medievale: l’evento raccoglie l’interesse di addetti ai lavori (per la fedeltà delle riproduzioni e la ricerca) ma anche di un pubblico variegato e numeroso.

Un esempio totalmente immersivo di living history, durante il quale i visitatori saranno proiettati nel 1060 tra armi, soldati, tende e vita dell’epoca. Lo scontro, come da tradizione, si snoda in due giornate: prima il sabato con l’arrivo degli invasori, poi la domenica, quando sarà il generale bizantino Mariarcha con il suo esercito imperiale ad intercettare i Normanni e sconfiggerli. I rievocatori arriveranno da tutta la Puglia, ma anche dalle altre regioni tra cui Piemonte, Sicilia e Lombardia. Inoltre, anche quest’anno, si conferma una rappresentanza internazionale con partecipanti da Ungheria e Bulgaria. I visitatori avranno la possibilità di girare tra gli accampamenti, fotografare i guerrieri, assistere alla rievocazione- impreziosita dalla voce narrante dell’attore Giovanni Guarino- ma anche scoprire i dintorni, grazie alle escursioni organizzate dall’associazione “Nobilissima Taranto” (ore 16 e ore con partenza all’ingresso del convento dei Battendieri, info al 327.4557909). Nelle due giornate, ingresso dalle ore 16:30, inizio Battaglia ore 18:30 circa. Sarà possibile intrattenersi sino a sera. Info: 338.4087801.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche