16 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Aprile 2021 alle 15:43:58

Cronaca News

Teleperformance, dopo il vertice sindacati soddisfatti

Incontro con la nuova azienda System House

Teleperformance
Teleperformance

«È stato un sereno ed attento confronto tra le parti. I rappresentanti della System House hanno risposto attentamente ai requisiti che generavano ansie e perplessità nei lavoratori, chiarendo e rassicurando che il transito di personale avverrà nel rispetto dei contrati già in essere con le tutele in esse previsti». Lo ha dichiarato Marcello Fazio, della segreteria nazionale Ugl Telecomunicazioni, a margine dell’incontro con la società System House, vincitrice dell’appalto per il servizio clienti di Enel Energia fino ad oggi gestito da Teleperformance.

Teleperformance
Teleperformance

«Permangono alcune incertezze, tra cui la reale data di transito ma sono soddisfatto dell’interlocuzione iniziata e che permette di intravedere uno spiraglio di serenità per i lavoratori. Il monte ore, il rispetto dei livelli, l’anzianità di servizio, l’applicazione delle tutele dell’art. 18, tra i temi affrontati per i quali non sono state manifestate ritrosie o difficoltà da parte di System House, anzi è stata è stata mostrata massima apertura. Certo il passaggio più importante sarà quallo di siglare un accordo che sancisca ogni dettaglio e affermi, nero su bianco, il riconoscimento di tutti i diritti acquisiti nei 14 anni passati. Come delegazione – ha proseguito il rappresentante della Ugl Telecomunicazioni – abbiamo inoltre avanzato la richiesta di assorbimento delle figure, che pur appartengono direttamente o indirettamente alle attività operative di Enel Energia si trovano fuori dall’applicazione della clausola di salvaguardia. È il caso dei lavoratori interinali ed anche di alcune figure di coordinamento che rischierebbero di diventare un esubero con le prevedibili conseguenze. Sul tema l’azienda si è riservata di verificare la possibilità di inserimento in organico.

Il prossimo incontro sarà il momento per costruire un accordo nel quale recepire ogni impegno preso al tavolo di ieri curando ogni particolare per effettuare un transito di appalto in modo sereno sia per gli attuali dipendenti di Teleperformance, sia per la società vincitrice dell’appalto». Sull’argomento si registra anche l’intervento di Andrea Lumino, segretario generale della Slc Cgil di Taranto. «Ieri abbiamo avuto il primo incontro con azienda System House che si è aggiudicata appalto di Enel Mercato Libero. L’azienda ha affermato di non aver preso la gara sotto il contratto nazionale per cui in linea con quanto prevede la norma. Ha dichiarato ufficialmente – aggiunge Lumino – di voler dare piena attuazione della clausola sociale mantenendo inalterati i livelli occupazionali, i monte ore individuali, gli scatti di anzianità, l’articolo 18 sui contratti ed apertura di dialogo sugli orari per i turni bloccati. È un primo passo per dipanare la nebbia dell’incertezza in cui la notizia del cambio di appalto aveva messo i lavoratori: naturalmente ora dovremo essere vigili e mantenere la barra dritta per una buona chiusura della vicenda. Questa è la migliore risposta alle dietrologie ed al fango gettato da chi non si occupa della tutela dei lavoratori ma di fare lo sbandieratore di professione». «E questo è solo grazie alla legge sulla clausola sociale che ci siamo sudati con la lotta è la vertenza sindacale con l’accordo di Teleperformance del 2015…oggi possiamo dire che fortunatamente ci siamo assunti le nostre responsabilità mantenendo fede al nostro compito di tutelare i lavoratori anziché fare gli sbandieratori di professione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche