Cronaca News

«Sulle scuole chiuse abbiamo fatto autogol»

L’intervento del sen. Mario Turco

Il senatore Mario Turco
Il senatore Mario Turco

«Abbiamo bonificato scuole che oggi sono chiuse. Lo abbiamo fatto con milioni di fondi pubblici e quelle scuole erano state presentate come tra le più innovative d’Europa. Abbiamo fatto un autogol, perché sono stati fatti interventi senza considerare il contesto ambientale». È uno dei passaggi più importanti dell’intervento che il senatore Mario Turco (M5S) ha fatto giovedì 13 giugno in Commissione Industria del Senato nell’audizione dell’Ispra sulle aree di crisi industriale e, in particolare, sul caso Taranto.

Turco ha parlato di «confusione» rispetto alla quantità di dati disponibili e alle diverse analisi che vengono compiute: «Ognuno fa le sue, c’è una mancanza di sistematicità». Il senatore ha manifestato l’esigenza di istituire una cabina di regia per stabilire con chiarezza dove intervenire per dare efficacia alle bonifiche. Turco ha poi posto il problema dell’Autorizzazione Integrata Ambientale per lo stabilimento Arcelor Mittal: «Non capisco perché Arpa e Ispra non abbiano partecipato all’Aia. Mi auguro che con la revisione sia prevista anche la loro partecipazione». «In un territorio così compromesso – ha detto ancora il parlamentare – non sarebbe meglio prevedere la Valutazione integrata dell’impatto sanitario? Perché anche quando le emissioni sono al di sotto dei limiti di legge, per quello che è il contesto, per il cocktail di inquinanti che abbiamo, siamo in presenza di una bomba ecologica e quindi non riusciamo a dare risposte al problema delle malattie e dei terreni inquinati». Nel corso dell’audizione, infine, è stato prefigurato un incontro istituzionale a Taranto da tenersi a fine giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche