News Provincia

Verde pubblico a Grottaglie, assegnato l’appalto

Territorio suddiviso in 5 macro aree

Operaio pulisce area verde
Operaio pulisce area verde

GROTTAGLIE – Assegnato l’appalto per il verde pubblico. Ne dà notizia il sindaco Ciro D’Alò. “Terminata que­sta lunga stagione di maltempo, che ha interessato in particolar modo tutto il mese di maggio, da venerdì scorso l’impresa grottagliese “Giardini all’occhiello di Antonio Serio”, aggiudicataria del nuovo appalto della manutenzione del verde pubblico, è già sul territorio- dice il primo cittadino- la nuova gara, della durata di sei mesi, in attesa di espletare il nuo­vo appalto che avrà invece la durata di 18 mesi, ci permetterà, così come organizzato e programmato da questa amministrazione, di avere personale im­pegnato quotidianamente sul territorio, rispondendo alle esigenze di pulizia e manutenzione in maniera continuativa.

Per una ottimale organizzazione del servizio il terri­torio è stato suddiviso in cinque macro aree: centro urbano, borgo antico, 167 Nord e quartiere Capone, 167 Sud, aree esterno abitato.

Sono state già interessate dai lavori di sfalcio: via Ennio, via Marconi, via Aldo Moro e via Calò.

E’ evidente che la città, sotto il profilo della manu­tenzione del verde- prosegue il sindaco D’Alò- non presenta un aspetto pienamente decoroso ma c’è però da considerare che la straordinaria situazione meteorologica non ci ha aiutati nell’esecuzione dei lavori che il crono programma prevedeva.

Ovviamente ora tutta la città è oggetto di interventi già programmati da tempo che consentiranno di sistemare e ripulire tutte le aree a verde.

Ho constatato con molto piacere che, alcuni cittadini, comprendendo le motivazioni dei ritardi, sono inter­venuti spontaneamente prendendosi cura di alcuni spazi verdi pubblici.

A loro il ringraziamento per l’ impegno e la preziosa collaborazione. Inoltre, a breve -conclude il primo cittadino- diventerà operativo il Regolamento per la gestione condivisa dei Beni Comuni ed i cittadini e le associazioni potranno inoltrare richiesta al Co­mune per la gestione, cura e rigenerazione dei beni comuni urbani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche