News Spettacolo

La nuova stagione teatrale del Comune: il cartellone 2019/2020

Si parte l’1 novembre con la danza

Elisa Barucchieri
Elisa Barucchieri

Parte l’1 novembre, al Fusco, la stagione 2019/2020 del Comune di Taranto e Teatro Pubblico Pugliese, presentata questa mattina nel foyer del teatro, alla presenza del sindaco, Rinaldo Melucci, dell’asses­sore alla cultura, Fabiano Marti, del direttore del teatro, Michelangelo Busco, del consigliere del Cda del Teatro Pubblico Pugliese, Roberto Romeo, della dirigente Attività tea­trali del TPP, Giulia Delli Santi.

Nove, in tutto, gli spettacoli tra danza aerea, musica, opera in commedia, testi e drammaturghi classici e con­temporanei riletture e prove d’attore.

Di spicco i nomi che arriveranno in città: da Glauco Mauri a Roberto Sturno; da Luigi Lo Cascio a Sergio Rubini, Geppy Gleijeses, Marisa Laurito, Benedetto Casillo, Lello Arena, Alessandro Preziosi, Yllana – The opera locos, Franco Branciaroli.

Si parte alle 18 dell’1 novembre con il primo appuntamento, fuori abbonamento, che vede protagonista Elisa Barucchieri, la coreografa che fa da molto parlare di sé in tutta la Puglia per aver introdotto la danza aerea nella nostra regione.

“Shakespeare in dream” il titolo dello spettacolo che intreccia i versi del Bardo con un testo originale di Selene Favuzzi, con le musiche oniri­che del Maestro Luigi Maiello e con le coreografie di Elisa, interpretate dalla sua compagnia ResExtensa. Sabato 16 e domenica 17 (stesso ora­rio dell’anno scorso) arriva Ettore Bassi, diretto da Marco Iacomelli. In scena “L’attimo fuggente”, la storia dei giovani studenti della Welton Academy e del loro incontro con il professor Keating che tanto successo ha ottenuto sul grande schermo, interpretata dal grande Robin Williams.

Sabato 23 e domenica 24 novem­bre sarà la volta di Glauco Mauri e Roberto Sturno nel “Finale di partita”, di Samuel Beckett, con la regia di Andrea Baracco.

L’11 e il 12 dicembre il Nuovo Teatro, diretta da Marco Balsamo, porta a Taranto Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini (anche nel ruolo di regista) con Dracula, da Bram Stoker.

Il 2020 si apre con due spettacoli dedicati a Napoli: il 4 e 5 arriva la versione teatrale del romanzo di Luciano De Crescenzo, “Così parlò Bellavista”, con Geppy Gleijeses nel ruolo di Salvatore Bellavista, Marisa Laurito e Benedetto Ca­sillo. Le musiche originali sono di Claudio Mattone, la regia è di Geppy Gleijeses.

Il 18 e 19 gennaio il pubblico ta­rantino potrà assistere a “Miseria e nobiltà”, di Eduardo Scarpetta, con Lello Arena diretto dal regista Luciano Melchionna.

Il 12 e 13 febbraio torna a Taranto Alessandro Preziosi nei panni di Vincent Van Gogh: lo spettacolo (una produzione TSA – Teatro Stabile d’Abruzzo) è vincitore del Premio Tondelli Riccione Teatro 2005 per il testo di Stefano Massini. Regia di Alessandro Maggi

Il penultimo spettacolo, quello pre­visto l’11 e il 12 marzo, The Opera Locos, vede insieme sul palco cinque tra i più famosi cantanti d’opera del mondo per un recital unico che ripercorre i più grandi classici del melodramma.

Veri cantanti lirici, molto humor e una grande storia d’amore raccontata attraverso le più grandi “hit” della storia dell’Opera di tutti i tempi.

Lo spettacolo si incentra sulle re­lazioni e le passioni occulte di una compagnia di Opera composta da 5 cantanti eccentrici che durante lo spettacolo cantano rigorosamente dal vivo.

Si cantano temi emblematici come “Nessun Dorma” di Giacomo Pucci­ni, “Regina della Notte” da “Il Flauto Magico” di Mozart, che si fonde in maniera sorprendente con elementi Rock e Pop, per creare una nuova esperienza musico-teatrale.

La direzione artistica è di David Ottone e Joe O’Curneen; direzione musicale Marc Álvarez e Manuel Coves Idea originale David Ottone (Yllana) e Rami Eldar.

La stagione si chiude il 24 e 25 marzo con Franco Branciaroli e un classico della letteratura: I misera­bili, di Victor Hugo.

Branciaroli racconterà la storia di Jean Valjean, galeotto, ridotto ai la­vori forzati per aver rubato un tozzo di pane, che riscatta la sua cattiva sorte con una generosità senza eguali nei confronti di vittime e carnefici e redimendosi al servizio degli ultimi. Commuovente il suo amore per l’or­fana Cosette, alla quale consacrerà la sua vita e i suoi sacrifici, per onorare il giuramento fatto a una derelitta, sul letto di morte. Un personaggio a tinte forti, miseri­cordioso coi più deboli, giusto coi criminali, dalla forza incredibile e l’indole taciturna interpretato in maniera magistrale da Franco Branciaroli. Immenso nella gravità dei movimenti, delle pause caden­zate, dall’aspetto monumentale – che riecheggia nella corporeità e nel ritmo Gerard Depardieu– con la sua cifra distintiva, capace di esprimere ironia e forza allo stesso tempo, con introspezione e leggia­dria ineguagliabili.

I titolari di abbonamenti della stagione 2019 del Teatro Fusco avranno la facoltà di rinnovare l’abbonamento in prelazione dal 24 giugno al 5 luglio 2019.

La campagna abbonamenti per il nuovo pubblico si aprirà l’8 luglio 2019.

Gli abbonamenti saranno in ven­dita presso il foyer del Teatro Fusco (orari da definire), in via Giovinazzi.

I biglietti della stagione teatrale di prosa saranno messi in vendita nei punti Vivatcket e online su www. teatropubblicopugliese.it al termi­ne della campagna abbonamenti, a partire dal 9 novembre 2019.

Solo per lo spettacolo fuori ab­bonamento “L’isola Magica”, la vendita dei biglietti partirà in concomitanza con la campagna abbonamenti. Invariato, rispetto alla scorsa stagione, l’orario di rappresentazione: serali turno A: porta ore 20.30; sipario ore 21,00; serale turno B: porta ore 17.30; si­pario ore 18,00 Maggiori informa­zioni ai seguenti numeri telefonici: 099:4725780 – 366:3473430 – www. teatropubblicopugliese.it/taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche