16 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Aprile 2021 alle 18:03:30

Attualità News

Il primo Leo Club “liceale”

La collaborazione tra il Lions Taranto Aragonese ed il Battaglini

Lions Taranto Aragonese e Istituto Battaglini
Lions Taranto Aragonese e Istituto Battaglini

Taranto, che nel 1978 vide nascere il primo Leo club della Puglia (e di un distretto Lions che allora andava dalla Romagna a Leuca), vede a 41 anni di distanza la nascita del primo Leo club “alfa” (under 19) pugliese (dopo due ten­tativi che videro i rispettivi club trasformarsi in “omega”, ovvero ri­servati a ragazzi dai 19 ai 30 anni).

E’ il Leo club Taranto Aragonese, promosso dall’omonimo Lions club, un sodalizio molto legato all’espe­rienza Leo (molti dei suoi soci, ed oltre la metà dei suoi presidenti, vengono dal Leo; il presidente in carica, Michele Rossetti, è stato presidente del Leo club Taranto).

Associazioni giovanili patrocinate dal Lions International, i Leo (acro­nimo di Leadership, Experience, Opportunity), seguendo le tracce delle associazioni giovanili del Rotary (Interact under 19, Rotaract dai 19 ai 30 anni) sono stati da qualche anno suddivisi in “alfa” (in sostanza, riservati ai liceali) e “omega” (fascia di età fino ai 30 anni, in pratica universitari e giovani professionisti), perché era troppo difficile tenere in uno stesso club ragazzi dai 12 (età di ingresso molto americana e poco praticabile in Italia, peraltro…) ai 30 anni.

Il Leo club Taranto Aragonese na­sce non solo come club “alfa” per fascia d’età ma come club liceale (una specie di ritorno alle origini del primo Leo club del mondo, quello del liceo di Glenside, in Pennsylvania), radicato nello sto­rico liceo scientifico di Taranto, il Battaglini, con la presenza come consigliere scolastico (co-advisor, nella terminologia americana) della stessa preside, Patrizia Arzeni, en­tusiasta sostenitrice dell’iniziativa. A rappresentare il Lions Aragonese come advisor è Giuseppe Mazza­rino, che del Leo club Taranto è stato presidente e socio fondatore. Questi i ragazzi che hanno fatto l’impresa: Vitamaria D’Alessio (designata come prima presidente del sodalizio), Chiara Sabbatini (vicepresidente), Mariachiara An­tico (segretaria), Marta Giliberto (cerimoniera), Francesca Semeraro (tesoriera), Giacomo Fortunato (addetto informatico), Carlotta Castelli, Ludovica Maiuri, Camil­la Signore, Nicla Chialà, Sara De Padova.

Il Leo Aragonese – ha spiegato la presidente D’Alessio – intende collaborare nelle attività sociali e culturali con gli altri club Lions e gli altri club service del territorio, a partire dagli omologhi giovani­li, Leo Taranto, Interact Taranto, Rotaract Taranto, ma soprattutto intende agire nelle scuole: fra le prime iniziative, per esempio, sono in cantiere conversazioni sulla prevenzione dei tumori giovanili (progetto Martina) e l’attribuzio­ne, secondo criteri elaborati dai ragazzi del Leo, di un assegno di studio per uno studente liceale, nonché, per il prossimo anno sco­lastico, la presentazione di libri e la messinscena (in collaborazione con l’AragoLeo, storica compagnia teatrale dei Lions e Leo tarantini) di una serata futurista, col duplice intento di raccogliere fondi per iniziative di solidarietà sociale e di approfondire le tematiche legate alla cultura d’avanguardia italiana ed europea di inizio XX secolo.

di Giuseppe Mazzarino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche