02 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 02 Dicembre 2020 alle 19:14:04

Cronaca News

Un tarantino arrestato in Cile per narcotraffico

Bloccato con due dominicani all’aeroporto di Punta Arenas

La droga sequestrata all’aeroporto di Punta Arenas
La droga sequestrata all’aeroporto di Punta Arenas

Narcotraffico, un tarantino arrestato in Cile. Fausto Telmo, cinquantuno anni, è stato fermato con una coppia di dominicani all’aeroporto di Punta Arenas. Il Tribunale di Garanzia di Puerto Natales ha fissato un periodo di quattro mesi per l’inchiesta che deve raccogliere tutte le informazioni di base per portare in giudizio Telmo, difeso dall’avvocato Salvatore Maggio, e la coppia di cittadini dominicani, i quali sono stati arrestati dal PDI per aver fatto parte di una organizzazione specializzata nel traffico di cocaina nella provincia di Ultima Esperanza.

I due dominicani e il tarantino sono stati lasciati in custodia cautelare dopo l’udienza di formalizzazione dell’opportunità di indagine in cui il procuratore Cristina Munoz ha contestato accuse di traffico di droga. L’indagine ha portato al sequestro di un chilo e 119 grammi di cocaina di elevata purezza del valore di quasi 24 milioni di pesos. Inoltre sono state sequestrate bilance digitali, elementi per “aumentare” il farmaco e 1.681.000 dollari in contanti. L’indagine è stata dichiarata segreta per 120 giorni. Telmo di recente era stato assolto dalla Corte d’Appello di Perugia dall’accusa di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti. L’uomo era stato condannato in primo e secondo grado ad Ancona ma il suo difensore, avvocato Maggio, aveva fatto ricorso in Cassazione e i giudici della Suprema Corte avevano annullato la condanna e disposto un nuovo processo presso la Corte d’Appello di Perugia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche