15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 16:13:34

Cultura News

Arriva a Taranto il Locomotive Festival

Fa tappa l’evento itinerante che porta la musica in giro per la Puglia

Rosalia de Souza
Rosalia de Souza

Arriva anche a Taranto il “Locomotive Festival”, l’evento itinerante che porta la musica in giro per la Puglia. A partire da sabato 20 e fino a martedì 23 luglio, in città sarà possibile ascoltare concerti, partecipare a workshop o a passeggiate sonore.

Ieri mattina la presentazione del programma alla stampa alla presenza dell’assessore alla Cultura, Fabiano Marti, del presidente dell’associazione culturale musicale “Locomotive”, Giuseppe Casarano e del direttore artistico del Festival, Raffaele Casarano. Brindisi, Mola di Bari, Cutrofiano, San Cataldo e Melendugno gli altri centri in cui farà tappa. Ogni luogo racconterà la sua storia tra Castelli e villaggi di pescatori, le ceramiche di coccio rosso e gli odori del mare. Ed è proprio dal mare che si assisterà per finire, al sorgere del sole con l’Alba Locomotive, uno degli appuntamenti più attesi, quest’anno impreziosita dalla co-direzione artistica di Giuliano Sangiorgi. Rosalia De Souza, Javier Girotto, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Rocco Papaleo, Daniele di Bonaventura, Mariella Nava, Eivind Aarset, Mauro Ottolini, Musica Nuda, Funk Off, Luca Alemanno, Mirko Signorile: sono questi solo alcuni degli artisti che si esibiranno sui vari palchi fino ad agosto. Il Festival è anche il punto di arrivo di un viaggio intorno alle periferie dove la musica “vive”, come si legge nel messaggio che accompagna questa edizione che sottolinea la necessità ed urgenza a continuare a stare dove spesso non ci sono voci che possano raccontare quel che accade.

Attraverso la musica, a Taranto, si parlerà di ambiente: si passeggerà nei vicoli della Città Vecchia e sarà avviata una campagna di sensibilizzazione, imprescindibile per garantire il benessere, partendo dai piccoli gesti quotidiani di responsabilità; ecco perché, la cooperativa Ecofesta Puglia presiederà alla maggior parte degli eventi proposti dal Locomotive jazz Festival con l’obiettivo di costruire una maggiore attenzione ecologica, per preservare e proteggere la bellezza dei luoghi. Rinnovate le partnership con Movidabilia che aiuterà a rendere accessibili a chiunque i luoghi in cui si svolgeranno i concerti, perché la disabilità non continui a essere un impedimento, ma un modo differente di percepire la realtà, e l’associazione HakunaMatata per portare la musica in ospedale tra i bambini di oncoematologia pediatrica. Inoltre, durante tutto il Festival sarà possibile partecipare a dei pranzi sociali incentrati sul tema dell’Inclusione. Associazioni del territorio che si occupano di accoglienza, food e promozione culturale, anziani, migranti, tutti intorno a una stessa tavola in cui ogni giorno si potranno degustare prodotti dal mondo e dal territorio.

Di grande lustro, a questo proposito, è la collaborazione con Medici Senza Frontiere, l’organizzazione internazionale che ormai da più di 40 anni si occupa di assicurare assistenza e cure mediche nei Paesi colpiti da conflitti, epidemie e catastrofi naturali. I volontari del gruppo di Msf-Bari saranno presenti durante gli eventi Locomotive con banchetti informativi. Anche quest’anno, spazio al talento con il “Locomotive giovani”: sono oltre 50 le richieste da tutta Italia. I ragazzi selezionati che hanno intrapreso questo percorso di formazione, avranno la possibilità di esibirsi su più palchi durante tutta la durata dell’edizione 2019. Inoltre, l’Orchestra del Locomotive Giovani – formata dai musicisti che negli anni scorsi hanno seguito il percorso di formazione Locomotive Giovani – partirà in un Tour Nazionale, da giugno a settembre 2019. Radio Monte Carlo si conferma media partner del Festival: i programmi dell’emittente, il sito web (radiomontecarlo.net) e i social network di Radio Monte Carlo daranno ampio risalto alla manifestazione e sulle frequenze della radio verranno regalati gli ingressi.

Ecco, nel dettaglio, il programma degli eventi in programma a Taranto: sabato 20 luglio – ore 19 (ingresso libero – Rosalia De Souza (voce) con Pietro Vincenti (piano) in concerto davanti al Monumento al Marinaio; domenica 21 luglio – ore 11:30 (ingresso libero) – Concerti del mattino Le periferie del jazz, concerto/workshop con Nick Gambino. A seguire pranzo sociale con degustazione prodotti tipici locali in collaborazione con Caritas. Location: Chiesa di Pa – la z z o Sa nt a c ro c e; a l le or e 21:00 (ingresso a pagamento – ticket euro 10,00) primo set: Locomotive Giovani 2019. Ospite Rosalia De Souza. Location: Castello Aragonese; ore 22.00 (ingresso a pagamento – ticket euro 10,00) secondo set: Eivind Aarset con Jan Bang & Anders Engen. Location: Castello Aragonese. Lunedì 22 luglio – ore 11:30 (ingresso libero) – concerti del mattino “Le periferie del jazz”. Concerto/workshop con Simone Invidia e Gaia Rollo (“2Bass&Voice”). Location: Chiesa dell’Ospedale SS Annunziata. A seguire passeggiata sonora nel reparto di Pediatria in collaborazione con ASL di Taranto; ore 21:30 – (ingresso a pagamento – ticket euro 15,00) primo set: Locomotive Giovani 2019. Ospite: Daniele Di Bonaventura. Location: Castello Aragonese; ore 22:30 (ingresso a pagamento – ticket euro 15,00) secondo set: AverCuraDay: Paolo Fresu & Daniele Di Bonaventura & Jacques Morelembaum in concerto. Location: Castello Aragonese. Martedì 23 luglio – ore 11:30 (ingresso libero) – I concerti del mattino: Le periferie del jazz. Concerto/ workshop con Claudio Farinone al piano & Raffaele Casarano al sax. Titolo: Todo Mercedes – omaggio a Mercedes Sosa”, con Sabatino Annecchiarico (voce narrante). Location: Cattedrale Gran Madre di Dio; ore 22 (ingresso a pagamento – ticket euro 10,00) – Funk Off ospite Carla Casarano. Location: Castello Aragonese; ore 19.00 (evento gratuito) StradeSonore. Street parade per le vie del centro della città con i Funk Off. Si parte da via Di Palma per raggiungere il Castello Aragonese.Info e prenotazioni al seguente numero telefonico: 345:1089622. Il programma intero è sulla pagina ufficiale Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche