13 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Aprile 2021 alle 15:33:31

Attualità News

Mittal, il sindaco incalza il governo

Di Maio: no ai ricatti da parte di Arcelor. Incontro il 4 luglio

Rinaldo Melucci
Rinaldo Melucci

«Le dichiarazioni del gestore continuano a generare molta preoccupazione. Già al tavolo del CIS di lunedì scorso a Taranto avevo chiesto al Vicepremier Di Maio se stesse elaborando per precauzione un piano alternativo, ma la risposta non è stata convincente. Spero il Governo agisca in fretta per mettere in sicurezza la vicenda». A parlare è il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, in merito al nuovo rischio chiusura dell’ex Ilva. A parlare anche il ministro per lo Sviluppo Economico, Luigi Di Maio «Io non accetto ricatti. Qui la legge è uguale per tutti – avrebbe detto ai suoi collaboratori il ministro secondo fonti di governo -. Ilva resti aperta, non hanno nulla da temere, le soluzioni si trovano».

No alla chiusura anche da parte dell’altro vicepremier, sponda Lega, Matteo Salvini: «Non ci possiamo permettere la chiusura – ha detto a ‘Porta a Porta’ -. Sono 11 mila posti di lavoro diretti e altrettanti indiretti. Per carità la tutela ambientale ma gli imprenditori arrivati adesso hanno ereditato una situazione disastrosa e in nove mesi non possono sistemarla. Il ministro di Maio mi assicura che Ilva non rischia, io mi fido». Per il 4 luglio prossimo è stato fissato al Mise un incontro con il management di ArcelorMittal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche