18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

Cronaca News

Si vota per il nuovo rettore

Politecnico, il seggio sarà allestito nella sede del quartiere Paolo VI

Politecnico
La sede del Politecnico di Taranto

Sono 612 gli elettori che venerdì, 28 giugno, avranno facoltà di recarsi ai due seggi elettorali, allestiti a Bari (aula magna “Attilio Alto”) e Taranto (Centro interdipartimentale “Magna Grecia”, quartiere Paolo VI) per eleggere il nuovo Rettore del Politecnico di Bari per il sessennio 2019-2025.
Alle urne sono chiamate tutte le componenti della comunità del Politecnico afferenti alle rispettive sedi di Bari e Taranto: professori ordinari (73); professori associati (105); ricercatori a tempo indeterminato (52); ricercatori a tempo determinato tipo B (24); ricercatori a tempo determinato tipo A (20); personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario (256); rappresentanti degli studenti (82).
Nell’insieme, la popolazione femminile rappresenta il 34% degli aventi diritto di scelta.
Il voto che ognuno esprimerà avrà valore pesato pari a uno (1) per le categorie dei docenti sino ai ricercatori a tempo determinato di tipo B, mentre per le restanti categorie avrà valore pesato: in particolare, per i ricercatori a tempo determinato di tipo A il singolo voto sarà pari a 0.167; quello del personale tecnico amministrativo bibliotecario 0.165 e infine, quello dei rappresentanti studenti 0,510.
La preferenza potrà essere espressa solo ad uno dei cinque candidati-Rettore. Nell’ordine alfabetico: Riccardo Amirante, nato a Bari, 50 anni, coniugato, due figli, docente di “Macchine e Sistemi per l’Energia e l’ambiente”, Dipartimento di Meccanica, Matematica e Management; Francesco Cupertino, nato a Fasano (Br), 46 anni, coniugato, tre figli, docente di “Convertitori, macchine e azionamenti elettrici”, Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell’Informazione; Umberto Fratino, nato a Rovigo, 54 anni, coniugato, tre figli, docente di “Gestione dei Bacini idrografici”, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, del Territorio, Edile e di Chimica; Orazio Giustolisi, nato a Matera, 55 anni, docente di “Gestione dei Sistemi Idraulici”, Dipartimento di Scienze dell’Ingegneria Civile e dell’Architettura; Mario Daniele Piccioni, nato a Firenze, 54 anni, coniugato, sette figli, docente di “Scienza delle Costruzioni”, Dipartimento di Scienze dell’Ingegneria Civile e dell’Architettura.
Le operazioni di voto si svolgeranno dalle ore 9:00 alle ore 16:00 a Bari e dalle ore 9.00 alle ore 15.00 a Taranto. Lo scrutinio avrà inizio nella sede di Bari immediatamente dopo la chiusura del seggio, contestualmente all’urna elettorale di Taranto, fino alla conclusione. La votazione sarà considerata valida se vi avrà partecipato almeno un terzo degli aventi diritto al voto.
Qualora nessun candidato otterrà la maggioranza assoluta dei voti (50% +1), si tornerà alle urne, per la seconda votazione, martedì, 2 luglio con pari orario. Una terza votazione è prevista per lunedì, 8 luglio.
Qualora anche nella terza votazione nessun candidato otterrà la maggioranza assoluta dei voti, si procederà con il ballottaggio tra i due candidati che nell’ultima terza votazione avranno riportato il maggior numero di voti, martedì, 16 luglio 2019.
Il futuro Rettore sarà il settimo della storia del Politecnico di Bari e si avvicenderà con l’attuale, prof. Eugenio Di Sciascio, a far data 1° ottobre 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche