19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Cronaca News

Controlli nelle campagne, in manette un “caporale. Denunciato il proprietario del fondo

I controlli anticaporalato dei carabinieri
I controlli anticaporalato dei carabinieri - archivio

Continua l’attività di repressione del fenomeno del “caporalato”, del lavoro nero e/o irregolare, soprattutto nel settore agricolo, da parte della Task Force istituita dal Comando Provinciale Carabinieri di Taranto, composta dai Carabinieri delle Stazioni di Marina di Ginosa, Grottaglie, Crispiano, dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Castellaneta e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Taranto.

Arrestati, in flagranza dei reati di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, un 30enne rumeno residente in Ginosa. Nel corso degli accertamenti emergevano inoltre le condizioni di sfruttamento a cui i lavoratori erano sottoposti, con retribuzioni nettamente al disotto dei livelli contrattuali previsti. Il terreno è risultato di proprietà di un imprenditore agricolo che è stato quindi deferito in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica in qualità di “utilizzatore” della manodopera clandestina.

Sottoposti a sequestro sia il mezzo utilizzato dal “caporale” per il trasporto dei braccianti sui campi, sia l’immobile rurale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche