Cronaca News

Operaio ArcelorMittal disperso in mare, presidio e sciopero. Il video

Il presidio sindacale davanti al porto
Il presidio sindacale davanti al porto @ Foto Francesco Manfuso

La tragedia di ieri, mercoledì 10 luglio, con un operaio di 31 anni di Fragagnano disperso in mare mentre lavorava su una gru di ArcelorMittal al porto di Taranto, ha scosso profondamente i lavoratori dello stabilimento ex Ilva.

Questa mattina, sin dall’alba, presidio dei lavoratori davanti al Varco Nord del Porto (cui si riferiscono le immagini e la foto scattata da Francesco Manfuso). Intanto i sindacati Fim, Fiom, Uilm e Ugl hanno già proclamato lo sciopero dell’intero siderurgico.

«A seguito – si legge nella nota sindacale – del gravissimo incidente che ha visto coinvolto un nostro collega che operava nel DM5, le scriventi organizzazioni sindacali dichiarano uno sciopero immediato per tutto lo stabilimento di Taranto.

Ormai da anni assistiamo a continui rinvii e mancanza di assunzioni di responsabilità da chi è deputato a garantire la sicurezza della fabbrica dal punto di vista del rispetto della vita umana.

Fim, Fiom, Uilm e Ugl dichiarano che la forma di protesta messa in atto quest’oggi non terminerà sino a quando azienda, istituzioni locali, regionali e nazionali e organi di controllo, ognuno per il proprio ruolo, forniranno le dovute indicazioni a garanzia dei lavoratori e cittadini di questo territorio.

Chiediamo pertanto l’immediata convocazione di un tavolo istituzionale straordinario che assuma decisioni e provvedimenti che cambino radicalmente lo stato di cose presenti all’interno dello stabilimento siderurgico».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche