News Provincia

Madonna del Carmine a Mottola, festa da 200 anni

Arriva l’indulgenza plenaria di Papa Francesco

Mottola, Madonna del Carmine
Mottola, Madonna del Carmine

MOTTOLA – I festeggiamenti ci­vili per la Madonna del Carmine compiono 200 anni: grande atte­sa, a Mottola, per questo impor­tante traguardo che sarà celebra­to dal 13 al 16 luglio nel comune del tarantino.

Era il 20 maggio 1819 quando l’assemblea della Confraternita del Carmine deliberò per la pri­ma volta la festa civile in onore della sua Vergine. Da allora, ogni anno e senza sosta, a luglio si ce­lebra la Madonna del Monte Car­melo, patrona dei massari motto­lesi. L’aspetto religioso si coniuga con eventi e spettacoli: tante le sorprese in questo Bicentenario della festa civile. Un entusiasmo arricchito anche dal segnale di vicinanza tra Mottola e la Santa Sede.

Per l’occasione, infatti, Papa Francesco ha concesso il dono dell’indulgenza plenaria che po­trà lucrarsi nella chiesa del Car­mine dal prossimo 13 luglio fino al 22 aprile 2020. «Due date si­gnificative – commenta il priore Vito Greco – il 13 coincide con l’inizio della festa e il 22 è il giorno in cui, nel 1506, la Vergi­ne apparve nel Santuario rupestre di Mottola, oggi noto come “Ma­donn Abbasc”. La decisione di Sua Santità è un privilegio, frutto di un’intesa nata nel 2016 quando la nostra Confraternita ha portato a Roma la statua della Madonna e il Pontefice ha provveduto all’im­posizione canonica con benedi­zione e dono degli scapolari». Il programma dei festeggiamenti entrerà nel vivo sabato 13 luglio. Alle 18.30 l’uscita della statua della Vergine verso piazza XX settembre dove,alle 19.30, ci sarà l’apertura dell’anno giubilare. Il vescovo di Castellaneta mons.Claudio Maniago presiederà la santa messa. A seguire l’apertu­ra della Porta Santa della chiesa del Carmine. Per l’occasione, Coldiretti offrirà alla Vergine le primizie della terra, per ricordare l’antica tradizione mottolese dei contadini che portavano grano alla Confraternita in segno di de­vozione. La Chiesa sarà aperta in veglia di preghiera tutta la notte.

Domenica 14 la celebrazione eu­caristica alle 19.30 con il 50esi­mo di professione religiosa di suor Aurelia Piepoli, consorella del Carmine.

Lunedì 15 alle 19.00 il rito di ingresso nella congrega di sim­patizzanti e aspiranti, con l’im­posizione dello scapolare e con­sacrazione alla Vergine. Giornata clou martedì 16 luglio con “Mot­tola città in festa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche