News Provincia

«No all’ampliamento delle discariche»

Il consiglio provinciale ha approvato l’atto di indirizzo che ne manifesta la contrarietà

Il palazzo della Provincia
Il palazzo della Provincia

Ambiente e rifiuti: il consiglio provinciale contrario all’ampliamento della discarica di Grottaglie di altri impianti della provincia. All’unanimità ha ap­provato ieri mattina l’atto di indi­rizzo che manifesta la contrarietà del Governo provinciale all’am­pliamento della discarica di Grot­taglie e di tutti gli altri impianti del territorio provinciale. La se­duta si è aperta con la richiesta di Giuseppe Fischetti, consigliere e sindaco di Fragagnano, di aprire un momento di riflessione all’in­terno del Consiglio provinciale sul tema della sicurezza sul lavo­ro, in particolare nella più grande azienda del territorio Arcelor Mit­tal, dopo i tragici eventi di merco­ledì sera, che hanno coinvolto Co­simo Massaro, l’operaio disperso a Taranto dopo la caduta in mare della gru Mittal, originario pro­prio di Fragagnano, comunità già colpita dalla perdita del vigile del fuoco Antonio Dell’Anna, che ha perso la vita lo scorso 11 giugno, durante le operazioni di spegni­mento di un incendio.

Successivamente, è stato trattato il punto all’ordine del giorno per le determinazioni da trasmettere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, chiamata a esprimer­si sul procedimento di rilascio dell’autorizzazione per l’amplia­mento della discarica di Grot­taglie. Sul tema, il Consiglio ha deliberato testualmente “di ma­nifestare la propria contrarietà al progetto de quo e ad ulteriori incrementi volumetrici rispetto a quelli già presenti ed autorizzati nella discarica sita in località Tor­re Caprarica a Grottaglie, ovvero in altri impianti della Provincia”.

La decisione politica assunta sta­mane dalla Provincia di Taranto sarà dunque comunicata dal Pre­sidente Gugliotti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, duran­te la riunione istruttoria di merco­ledì 17 luglio prossimo, convocata per entrare nel merito dell’istanza di ampliamento in altezza della discarica di località Torre Capra­rica in Grottaglie, presentata da Linea Ambiente.La delibera adot­tata ieri dal Consiglio fa il paio con quella dello scorso 22 febbra­io, con l’approvazione (all’unani­mità) delle linee programmatiche del nuovo Governo provinciale, nelle quali per l’area “Ambiente e territorio” si è così espresso: “Sul tema degli impianti di gestione di rifiuti, la linea è chiara: le discari­che chiuse non si riaprono e non sono previsti ampliamenti degli impianti esistenti, che non siano concertati con i territori su cui impattano”.A Roma, il presidente Gugliotti rappresenterà dunque il nuovo corso del Governo pro­vinciale, manifestando la volontà contraria ad ampliamenti volume­trici di impianti già autorizzati e non aggravare ulteriormente un territorio già pesantemente colpi­to dalle tematiche ambientali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche