22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 20:15:26

Cronaca News

Allagamenti e disagi, allarme a Talsano

Appello alla Provincia di Capriulo e Zaccheo

Il principale canale di scarico delle acque piovane della zona di Talsano
Il principale canale di scarico delle acque piovane della zona di Talsano

Allagamenti e rischio idrogeologico nella zona orientale della città di Taranto. A lanciare l’allarme sono i consiglieri comunali di maggioranza, Dante Capriulo e Cisberto Zaccheo. «L’ennesimo episodio metereologico avverso ed improvviso, di portata consistente, avvenuto nella serata del 13 luglio, ripropone il determinarsi di pesanti condizioni di allagamento nella zona orientale della città di Taranto ed in particolare del quartiere di Talsano.

Il principale canale di scarico delle acque piovane della zona di Talsano
Il principale canale di scarico delle acque piovane della zona di Talsano
Il principale canale di scarico delle acque piovane della zona di Talsano
Il principale canale di scarico delle acque piovane della zona di Talsano

Le situazioni di allagamento, con pericoli e danni alle persone, la circolazioni, le case, le cose – spiegano i consiglieri comunali – sono stati evidenti e documentati. Come noto il principale canale di scarico delle acque piovane di detta zona è quello posto presso la Salina Grande: che dovrebbe raccogliere tutte le acque piovane della zona orientale della citta e riversarle in Mar Piccolo. Dalle informazioni da noi assunte – evidenziano Dante Capriulo e Cisberto Zaccheo – la competenza alla manutenzione di tale canale è della Provincia di Taranto. Tale fondamentale e principale canale di scolo è di fatto inutilizzabile poichè ostruito in più punti e completamente invaso da vegetazione naturale. Ovviamente il mancato funzionamento del suddetto canale funziona da tappo allo smaltimento delle acque a monte, producendo allagamenti e situazioni di pericolo».

Le foto scattate al termine delle abbondanti piogge, allegate alla segnalazione dei consiglieri, non lasciano spazio a dubbi di sorta. «Tenuto conto del sempre più rilevante rischio idrogeologico, dovuto alle mutazioni climatiche ed all’attuale assetto del territorio trasformato dalle costruzioni, chiediamo di intervenire in tempi brevi per evitare evidenti condizioni di pericolo idrogeologico a migliaia di cittadini. Attendiamo un pronto riscontro – concludono Capriulo e Zaccheo – e restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche