21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 09:30:12

News Spettacolo

Sedici spettacoli per celebrare 105 anni del Teatro Orfeo

Il Teatro Orfeo
Il Teatro Orfeo

Sedici spettacoli, cinque dei quali fuori abbonamento, per festeggiare 105 anni al servizio della cultura nella sua più ampia accezione: ecco i numeri della nuova stagione teatrale dell’Orfeo, presentata nel foyer del teatro in via Pitagora dai fratelli Luciano e Adriano Di Giorgio e dall’assessore alla Cultura del Comune di Taranto, Fabiano Marti. Sedici appuntamenti che puntano a bissare il successo registrato lo scorso anno e che, come nella passata edizione della rassegna, puntano a portare a teatro sempre più gente.

E sempre più giovani. Dal teatro napoletano a quello comico toscano, passando per il cabaret per arrivare al teatro tutto al femminile, con artisti popolarisssimi, tra i più amati: ecco, in sintesi, le caratteristiche del ricco cartellone messo a punto per l’edizione 2019/2020. Cartellone che nella Città dei Due Mari porterà spettacoli capaci di incontrare i variegati gusti di un pubblico esigente come quello tarantino.

«Una volta addirittura tra i più temuti dalle compagnie teatrali – ha sottolineato Marti – tanto da esser scelto per l’anteprima di ogni spettacolo, all’inizio di ogni tournèe».

Come da tradizione, si parte a novembre, il 19, con la compagnia di Luigi De Filippo e la partecipazione di Enzo Decaro. “Non è vero ma ci credo” la commedia che darà la stura alla stagione.

Il 29 novembre sarà, poi, la volta di Enrico Montesano: per l’attore quello a Taranto è un ritorno dopo diversi anni di assenza. Sul palco dell’Orfeo porterà lo spettacolo “Monologo non autorizzato… I pezzi forti”. Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi arrivano, invece, a dicembre, il 17. Con loro lo spettacolo “Donchisci@tte”, lavoro che prende ispirazione dallo spirito dell’opera di Cervantes, scagliando una volta di più la simbologia di questo ‘mito’ contro la nostra con temporaneità. Si ride, invece, il 31 gennaio 2020 con “Gagmen” di Lillo & Greg nei panni di due super eroi molto particolari.

E a febbraio, il 14, il palco dell’Orfeo si tinge di rosa con la bravissima Geppi Cucciari, “Perfetta” nel suo monologo teatrale che racconta un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. ““E pensare che ero partito così bene” è il titolo dello spettacolo che il 28 febbraio vedrà protagonista uno degli artisti più versatili di tutti i temna pi: Flavio Bucci. Il 3 marzo sarà la volta di Vinicio Marchioni e Giuseppe Zeno ne “I soliti ignoti”, lavoro ambientato nel dopoguerra che racconta la storia di un gruppo di ladri improvvisati che sbarca sulle scene. Un altro ritorno è quello di Gabriele Cirilli, il 20 marzo impegnato sul palco con il suo “Tale e quale a me”. Torna a Taranto anche Biagio Izzo, il 31 marzo in scena con “Tartassati dalle tasse”.

Il penultimo appuntamento tra quelli in abbonamento è fissato ad aprile, il 2: secondo Pintus, il protagonista, siamo tutti “Destinati all’estinzione”. E all’Orfeo l’artista spiegherà il perchè. Torna il teatro in gonnella, questa volta con Anna Foglietta, il 17 aprile in scena con “Il comunismo mi ha rovinato la vita”, una sorta di seduta di psicoterapia aperta e divertente durante la quale si sviscereranno i limiti delle ideologie e dei credo religiosi e di come possano trasformarsi in zavorre che impediscono di vivere felicemente le nostre esistenze. Cinque, come si accennava, gli spettacoli fuori abbonamento. Eccoli: 12 novembre – “Up&down” con Paolo Ruffini; 3 dicembre – “Felicità tour” con Alessandro Siani; 5 febbraio – “Massimo Lopez e Tullio Solenghi show”; 13 marzo – “Papà perchè lo hai fatto?”, con Maurizio Battista; 16 maggio – “Non svegliate lo spettatore”, con Lino Guanciale. Invariati, rispetto allo scorso anno, i costi degli abbonamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche