Cronaca News

Un trentenne tarantino condannato per stalking

Il Tribunale
Il Tribunale

Un trentenne tarantino, accusato di stalking, è stato condannato dal gup del Tribunale di Taranto, che lo ha processato con il rito abbreviato. Secondo l’accusa il giovane avrebbe perseguitato la sua ex con messaggi, anche minatori, videomessaggi, su WhatsApp, Facebook dopo essere stato lasciato dalla donna. Si sarebbe inoltre appostato sotto l’abitazione della ex e qualche volta avrebbe aggredita la malcapitata lasciandole vistosi lividi sul volto e sulle braccia. In preda ad una vera e propria ossessione le avrebbe proposto elevate somme di denaro in cambio di rapporti sessuali.

Nonostante la donna lo implorasse di essere lasciata in pace, lui avrebbe continuato a cercarla e a minacciarla di morte, nel caso fosse venuto a conoscenza di una sua nuova relazione. Dopo la denuncia la donna, costituitasi poi parte civile nel processo, tramite il suo legale, l’avvocato Roberto D’Andria, è riuscita a dimostrare la colpevolezza del suo ex che è stato condannato a 10 mesi di reclusione. Il giudice ha, inoltre, disposto il risarcimento del danno nei confronti della vittima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche