19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Cronaca News

Differenziata, ecco tutte le regole

I consigli dell’amministrazione comunale in vista dell’avvio del nuovo servizio in autunno

Cassonetti per la raccolta differenziata
Cassonetti per la raccolta differenziata

«Nell’attesa dell’av­vio del nuovo servizio in autunno, e delle novità sulle modalità di conferimento, i cittadini di Taranto possono già contribuire all’aumen­to della percentuale di raccolta dif­ferenziata rispettando alcune sem­plici indicazioni».

Per aumentare il grado di infor­mazione e scongiurare fenomeni negativi, purtroppo ancora diffusi, l’amministrazione Melucci vuole ricordare a tutti gli utenti come e dove si possono conferire tutte le frazioni che già oggi vengono rac­colte da Amiu in maniera differen­ziata. «Ingombranti – Per smaltirli correttamente basta contattare il numero verde 800 013 739: gli operatori Amiu fissano un appun­tamento per il ritiro, comunican­do puntualmente all’utente dove e quando posizionare il rifiuto. In al­ternativa è possibile portare i rifiuti in uno dei Centri Comunali di Rac­colta siti in via Federico II (Lama) e via Alcide De Gasperi (Paolo VI). Esiste un limite per la quantità di ingombranti conferibili: 3 pezzi tramite numero verde, 4 pezzi ai Centri Comunali di Raccolta. Se per quest’ultima opzione il con­trollo è effettuato dagli addetti, per la prima sarà premura degli utenti rispettare le quantità prescritte, evi­tando abusi che sono pesantemente sanzionati.

Carta, plastica, metallo e ve­tro – possono essere conferiti nei cassonetti stradali multi-materiale rispettando gli orari previsti: dalle 19 alle 22 in primavera ed estate, dalle 17 alle 22 durante autunno e inverno. Tutte queste frazioni pos­sono essere conferite anche nelle quattro isole ecologiche presenti in via Crispi (Borgo), piazza Ma­donna di Pompei (Tamburi), via Blandamura (Solito-Corvisea) e via Golfo di Taranto (Salinella), oltre che nei due Centri Comunali di Raccolta già citati. In tal caso, la pesatura del rifiuto previa presenta­zione del codice fiscale associato al ruolo Tari consentirà, come da re­golamento comunale, di maturare uno sconto sulla tassa.

Altre tipologie di rifiuti – I Centri Comunali di Raccolta (Ccr) sono anche il riferimento per alcune particolari tipologie di rifiuto, di produzione meno frequente. Par­liamo di sfalci di potatura, batte­rie (pericolose e non), indumenti dismessi, farmaci scaduti (oltre i contenitori presenti all’esterno delle farmacie), oli vegetali esausti (anche minerali, ma solo nel Ccr di Paolo VI), elettrodomestici di grandi e piccole dimensioni (con esclusione di televisori, monitor e frigoriferi, comunque conferibili come ingombranti). Per il con­ferimento di questi rifiuti, come degli ingombranti e delle frazioni classiche (carta, plastica, metallo e vetro), il regolamento comunale di gestione dei Ccr prevede dei quan­titativi limite pro capite.

Talsano, Lama e San Vito – Nei quartieri di Talsano, Lama e San Vito, dove il servizio di raccol­ta “porta a porta” è già attivo dal 2015, il conferimento dei rifiuti segue le regole e il calendario noti all’utenza e comunque scaricabili dal sito internet www.amiutaran­to.it, dove è possibile rintracciare ulteriori informazioni relative alla gestione dei rifiuti differenziati».

«Districarsi tra queste regole può apparire complesso – commenta il sindaco Melucci – ma è uno sforzo che dobbiamo compiere tutti per il bene di Taranto. Ci sono riusciti al­trove, ci riusciremo anche noi».

«Con il nuovo servizio di raccolta differenziata a regime uniforme­remo le modalità già esistenti – il commento dell’assessore alle So­cietà Partecipate Paolo Castronovi – ma nel frattempo occorre attener­si scrupolosamente a quelle dispo­nibili per evitare le difficoltà nelle quali spesso ci imbattiamo. Per chi si ostinerà a fare il contrario, inve­ce, non possiamo che immaginare gli strumenti che ci sono forniti da leggi e regolamenti: le multe, in poche parole. È una posizione di equità e, soprattutto, di rispetto verso chi dimostra senso civico e affetto per la città».

1 Commento
  1. Scarrico 3 mesi ago
    Reply

    vorrei sapere cosa si mette nel indifferenziato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche