25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 16:22:59

Cronaca News

Biglietti e abbonamenti dell’Amat saranno digitali

Azienda e Comune si apprestano a varare l’innovazione tecnologica

I nuovi mezzi Amat
I nuovi mezzi Amat

Comune di Taran­to e Amat si apprestano a varare nuove iniziative digitali per in­novare il rapporto con l’utenza e agevolare l’utilizzazione dei mezzi pubblici.

L’obiettivo è eliminare progres­sivamente e con gradualità l’uso cartaceo di biglietti e abbona­menti per il trasporto e la sosta introducendo nuovi sistemi facili da usare da parte di tutti.

«E’ un passaggio al quale stiamo lavorando da tempo d’intesa con il Sindaco Melucci – commenta il presidente dell’Amat, Giorgia Gira – per utilizzare l’odierna tecnologia disponibile e sempli­ficare i sistemi di acquisto delle varie forme di ticket e abbona­mento per utilizzare il trasporto pubblico e i parcheggi. Un’inno­vazione che va incontro al citta­dino che con il proprio telefoni­no può affrancarsi dagli sportelli e dai rivenditori autorizzati. Sa­ranno cambiamenti graduali ma entro l’anno contiamo di sostitu­ire i vecchi sistemi con i nuovi».

Oggi, per pagare la sosta e i bi­glietti dei bus, sono disponibi­li la app Mycicero da scaricare sul proprio smartphone, i ri­venditori, l’ufficio commerciale dell’Amat, senza dimenticare l’acquisto dei biglietti per il bus attraverso i parcometri.

Amat sta mettendo a punto una serie di innovazioni per allarga­re la platea di utilizzatori attra­verso nuove applicazioni con le quali si continueranno a pagare la sosta in tutte le zone della cit­tà e il trasporto e, come novità, anche le idrovie.

«Da settembre, inoltre, sarà completamente rinnovato il sito aziendale. Sarà introdotto, tra le altre novità non solo grafiche, il “travel planner” mediante il quale sarà possibile, inserendo i punti di partenza e di arrivo, ricavare visivamente tutte le in­formazioni utili e pianificare i propri spostamenti: tracciato del percorso, linee bus da utilizza­re, distanza da percorrere con le fermate situate lungo l’itinerario e tempi di percorrenza. Si tratta di informazioni utili sia ai viag­giatori abituali che occasionali come i turisti. Il nuovo sito of­frirà anche la possibilità di ot­tenere e/o rinnovare i permessi per residenti per via telematica annullando quindi l’obbligo di recarsi negli uffici commerciali dell’azienda».

3 Commenti
  1. Rita Panessa 1 anno ago
    Reply

    FINALMENTE! Vedremo se si attiverà. Intanto per gli orari degli autobus e le corse saltate siamo ancora al terzo mondo soprattutto a Talsano!

    • Marinella 1 anno ago
      Reply

      Concordo. In ogni caso il biglietto digitale sarà una grande innovazione nella nostra città

  2. Roberto L'Imperio 1 anno ago
    Reply

    Occorrebbe migliorare in primo luogo la Infomobilita’ con totem digitali almeno nei punti strategici (parcheggi di scambio da attivare in primo luogo in stazione, scuole università, biblioteca Uff. Giudiz. Ecc. da dotare di telecamere e punti di ricarica elettrica!
    I trasporti pubblici non esistono solo per dare stipendi al personale ma sono il biglietto da visita della civiltà indicatori di qualità della vita: devono funzionare al meglio e devono essere fruibili, affidabili quindi occorre poter conoscere per tutti (turisti COMPRESI) se e quando un mezzo può raggiungere un DATO LUOGO.
    Occorre poi prevedere la tariffazione integrata chilometrica su biglietti/abbonamenti su base almeno provinciale.Un cittadino in tempi di cambiamenti climatici che impongono la mobilità sostenibile deve poter andare al lavoro con un mezzo alternativo al mezzo proprio. Anche le idrovie potrebbero funzionare di più prevedendo corse sperimentali speciali taranto-Lido Silvana-campomarino anche eventualmente in collaborazione della M. Militare e delle Scuole ed Università ad indirizzo nautico in estate e iniziare a fare percorsi pilota su prenotazione sulla tratta M. Piccolo- SaramIn alcuni Stati si sta sperimentando l accesso gratuito ai servizi pubblici di trasporto altro che biglietto elettronico. La recente approvazione del piano urbano della mobilita sostenibile rende possibile accedere a finanziamenti agevolati che devono però essere utilizzate efficamente per migliorare un servizio davvero essenziale. Se per assurdo il 24 agosto Taranto dovesse divenire sede dei Giochi del Mediterraneo che meno si organizzi e si implementi miglioramento significativo che resti in eredità definitiva alla città magari in collaborazione delle Scuole della provincia che dovrebbero dotarsi di servizi x agevolare la mobilità sostenibile (Nei percorsi casa-scuola) Come previsto dalla legge nazionale di settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche