25 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Settembre 2021 alle 11:59:00

Calcio News Sport

Taranto, una porta per due

Ufficiale l’arrivo di Sposito dall’Empoli. E sarà ballottaggio con Mario Giappone

Alex Sposito
Alex Sposito

Due portieri gio­vani, giudicati di “notevole per­sonalità”, e desiderosi di mettersi in mostra. Arrivati a pochi gior­ni di distanza l’uno dall’altro.

Quanto basta per rendere intri­gante la questione “numero 1” nell’ambizioso Taranto di Nicola Ragno, che giocherà con un solo intento: vincere il campionato.

Nella giornata di mercoledì 24 luglio il Taranto Fc ha infatti ufficializzato l’ingaggio di Alex Sposito, estremo difensore clas­se 2001. Giocatore giovane, ma molto forte anche fisicamente in virtù anche della sua altez­za, proviene dal Campobasso dove l’anno scorso ha difeso la porta sempre in serie D inca­merando 37 presenze. Cresciuto calcisticamente nelle giovanili dell’Empoli, Sposito – di origine campana – è già al lavoro con la squadra in questo pre-ritiro allo Iacovone.

Prima di lui, a firmare era stato un altro 2001, Mario Giappone. Altro under di prospettiva e per­sonalità, considerando anche che nella scorsa stagione – con la ca­sacca del Marsala – si è meritato anche l’appellativo di pararigori neutralizzando ben sei tiri dal dischetto.

Per lui si era mosso il diretto­re sportivo del Taranto, Franco Sgrona, con un blitz in quel di Marsala.

In questo modo, viene fatto nota­re dalla società rossoblù, in que­sto modo in porta ci si assicura la costante presenza dell’under 2001, obbligatorio in campo in­sieme ai due under del 2000 e a quello classe 1999.

Una delle ‘peculirità’, oggetto anche di parecchie polemiche, del campionato di serie D.

Ma, ad ogni buon conto, anche dalla gestione dell’inevitabile dualismo Sposito-Giappone pas­seranno le chance della compa­gine di mister Ragno di tenere fede ai propositi di un campio­nato di altissimo profilo. Cam­pionato di cui non dovrebbero far parte, per inciso, Bisceglie e Cerignola che hanno visti accol­ti i loro ricorsi. Le due squadre quindi dovrebbero (ma il condi­zionale, ormai, è diventato ne­cessario in quel ginepraio che sono le definizioni di campionati e gironi) essere iscritte in Lega Pro, lì dove il Taranto punta a tornare vincendo la prossima se­rie D.

Intanto, è stato posticipato l’ini­zio del ritiro. Il Taranto rimarrà ‘in sede’, allo stadio Erasmo Ia­covone, fino a domenica 28 lu­glio quando nel pomeriggio alle ore 17 disputerà il primo test in famiglia.

Subito dopo quindi la parten­za per il ritiro di Polla dove la squadra resterà fino al 13 agosto. Fissato il calendario delle ami­chevoli: l’1 agosto amichevole con il San Tommaso; il 4 agosto test con il Francavilla in Sinni; 8 agosto amichevole con rappre­sentativa AIC; 12 agosto test da definire.

Poi, dal primo settembre, sarà finalmente tempo di campionato per i rossoblù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche