Altri Sport News

Un urlo dalla Corea sino a Taranto: Benedetta è medaglia d’argento mondiale

Benedetta Pilato
Benedetta Pilato

King prima, seconda Pilato. Una immensa Benedetta tocca la piastra qualche centesimo di secondo dopo la statunitense King e porta l’Italia sul secondo gradino del podio mondiale.

Una gara pazzesca per la tarantina di 14 anni che ha stupito il mondo entrando in finale dei 50 rana battendo il primato italiano e che ha confermato tutta la propria grandezza senza un minimo di paura davanti alle avversarie di gran lunga più scafate. Ma il suo sorriso senza confini è esploso alla fine di una gara sempre testa a testa con quella che poi è risultata la vincitrice della medaglia d’oro.

Per Benedetta Pilato un secondo posto che ha fatto impazzire i tarantini inchiodati sugli schermi Rai che hanno trasmesso in diretta dalla Korea questo appuntamento straordinario con la storia del nuoto italiano.

«Quando si è accesa la lucina gialla della mia corsia che annunciava il secondo posto, non riuscivo a crederci», le prime parole a caldo della tarantina che è scoppiata in lacrime. Lacrime di gioia. Lacrime di felicità. Lacrime che hanno coinvolto i tarantini davanti agli schermi.  «Mi godo questo risultato», ha concluso Benedetta.

Pilato conquista l’argento nei 50 rana mondiali in 30 secondi netti, 16 centesimi in più della 22enne statunitense Lilly King (campionessa in carica e primatista mondiale in 29″40, nonché iridata e olimpica nei 100) e 15 in meno della 27enne russa Yuliya Efimova (vice campionessa mondiale e campionessa europea, sul podio iridato della specialità dal 2009 e a Gwangju già oro nei 200 e argento nei 100).

Solo ieri il Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, aveva lanciato il suo appello ai tarantini: «Pazzesca Benedetta, sta facendo sognare ad occhi aperti una intera città, questa piccola gigante del nuoto mondiale non si gioca solo una medaglia, ma è il simbolo del riscatto di Taranto, qualunque sia il risultato di questa incredibile finale, che ci vedrà tutti incollati ai teleschermi per sospingere ogni suo movimento elegante lungo la corsia. La invito sin d’ora a far parte in veste di alfiere dello sport tarantino alla delegazione ufficiale che presenterà la candidatura di Taranto ai XX Giochi del Mediterraneo il prossimo 24 agosto a Patrasso. Forza Benedetta, sei il futuro dello sport italiano, sei il futuro di Taranto, hai dentro lo spirito resistente della nostra bella terra, insieme a te vogliamo tagliare tanti traguardi!».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche