25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 07:30:39

News Provincia

Castellaneta Marina, un nome e un numero per le spiagge libere

Ecco la novità dell’estate 2019

I nuovi cartelli di Castellaneta Marina
I nuovi cartelli di Castellaneta Marina

CASTELLANETA MARINA-Le spiagge libere di Castellane­ta Marina sono tra le mete pre­ferite dei bagnanti pugliesi, note per essere ampie e con fondali trasparenti e bassi, comoda­mente raggiungili dal lungoma­re e fregiate dalla Bandiera Blu.

Novità dell’estate 2019, da quest’anno ogni spiaggia sarà identificata da un nome e un numero, per agevolare il ricono­scimento dei luoghi, utile sopra­tutto in caso di emergenza, per meglio segnalare – ad esempio ad operatori del soccorso o di pubblica sicurezza – il posto in cui sono chiamati a intervenire.

Le spiagge identificate sono venti, a partire dall’estremo orientale del lungomare, nei pressi del lido la Playa, sino a ponente, ovvero alla spiaggia di Riva dei Tessali.

I nomi delle spiagge si ispirano alla natura ed in particolare alla flora e fauna tipica delle pinete e del mar Jonio. Posidonia, Pino d’Aleppo, Ginepro, ma anche Caretta Caretta, Cola Cola (gaz­za ladra) e Tellina, sono alcuni dei nomi adottati per le spiagge libere.

Questo nuovo servizio rientra nel programma Spiagge Sicure 2019 del Comune di Castella­neta, finanziato dal Ministero dell’Interno, che prevede anche l’installazione di due torrette di sorveglianza sulla spiaggia di Castellaneta Marina ed ha già consentito l’assunzione di cinque agenti di Polizia Locale per il periodo compreso tra il 15 giugno e il 15 settembre.

In questi giorni gli operatori stanno provvedendo a instal­lare i cartelli indicatori, con le informazioni utili contro l’a­busivismo commerciale e la contraffazione, oltre a fornire i numeri utili per contattare le forze dell’ordine e la Guardia Costiera- si legge in una nota dell’Assessorato alle Politiche Ambientali- ulteriore novità dell’estate sono i cartelli con i tempi di biodegradabilità degli oggetti di uso comune, instal­lati sul lato rivolto al mare dei cartelli indicatori delle spiagge. Lo scopo – prosegue la nota- è quello di divulgare e sollecita­re i bagnanti ad un approccio corretto con l’ambiente, con l’obiettivo di raccogliere e dif­ferenziare i rifiuti, utilizzando i contenitori installati negli ac­cessi alla spiaggia”.

Ecco l’elenco delle spiagge: Po­sidonia; Pino d’Aleppo; Tellina; Stella di Mare; Libellula Mir­to; Melograno; Giglio di Mare; Cavalluccio di Mare; Capinera; Cola Cola; Caretta Caretta; Ta­merice: Pepe Rosa; Pettirosso: Upupa; Cicala; Ginepro; Ro­smarino; Liquirizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche