25 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Settembre 2021 alle 11:59:00

Cronaca News

Il Comune di Taranto dichiara guerra agli imbrattini

Il Palazzo di città di Taranto
Il Palazzo di città di Taranto

«Viale Liguria è una delle vie commerciali più impor­tanti e frequentate della città, l’am­ministrazione Melucci è intervenu­ta con una serie di interventi per il decoro e il controllo e i commer­cianti sono ormai costantemente attivi per dare qualità alla zona. Ma poi arriva l’imbrattino».

L’assessore comunale allo Svi­luppo economico e Polizia locale, Gianni Cataldino, dichiara guerra agli incivili. «Purtroppo per l’im­brattino la musica sta cambiando e anche questi ritenuti piccoli ge­sti di inciviltà vengono colpiti. La Polizia Locale infatti è intervenuta per sanzionare e ordinare la puli­zia di una serie di manifesti adesivi che hanno sporcato le pareti di via Liguria e Corso Italia. Vorrei sotto­lineare il paradosso che a farsi pub­blicità (o a lasciare che qualcuno lo facesse per loro) sia stato un Istitu­to Scolastico privato che qualche dubbio sulla capacità d’insegnare il senso civico lo fa sicuramente venire. A meno che non si voglia trincerare dietro un “a mia insa­puta”. Nota positiva è invece stata la denuncia pervenutami quasi in contemporanea con l’intervento dei vigili, del dirigente di Confcom­mercio Giuseppe Spadafino che si era subito mobilitato con i com­mercianti di zona. La collaborazio­ne di tutti è importante per debella­re l’inciviltà di una parte della città. L’imbrattino è avvisato – conclude Cataldino – e stiamo già interve­nendo su un altro suo “collega” che ha coperto buona parte della città con pubblicità adesiva anche sui cassonetti: si doti di un raschietto e inizi a rimuoverli perché ognuno di quelli costerà caro al suo porta­fogli. Come dicevo, la musica sta cambiando».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche