Cronaca News

Intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, arrestata dalla Polizia di Stato una 49enne. Il video

La donna era stata già indagata per le vicende che portarono alla morte di una bracciante


Sempre più incisiva l’attività di monitoraggio e controllo finalizzata al contrasto del fenomeno del “caporalato” disposta dal Questore di Taranto, Giuseppe Bellassai per accertare l’impiego di manodopera “in nero” da parte delle aziende agricole e controllare che non vi siano situazioni di illegalità e di sfruttamento dei lavoratori.

Nelle scorse ore la Squadra Mobile della Questura di Taranto ha tratto in arresto una 49enne tarantina per il reato di intermediazione di manodopera e sfruttamento del lavoro. Gli agenti hanno denunciato anche il proprietario dell’autobus utilizzato per il trasporto dei braccianti agricoli, l’autista del mezzo e il titolare dell’azienda agricola.

Dall’esame delle banche dati della Polizia di Stato è risultato che la donna nel febbraio 2017 era già stata destinataria di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Trani, per il reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. In quella circostanza le indagini furono avviate dopo il decesso di una bracciante e tra le persone coinvolte figura il proprietario dell’autobus utilizzato anche a Castellaneta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche