Cronaca News

Venerdì mattina scatta l’operazione “Pulizia radicale di piazzale Bestat”

Operai Amiu al lavoro
Operai Amiu al lavoro

Venerdì mattina il piaz­zale Bestat sarà interessato da una operazione di pulizia radicale.

«Lo stato di degrado di quel piazzale – commenta il sindaco di Taranto, Ri­naldo Melucci – ha raggiunto un livel­lo inaccettabile. Tantissimi cittadini che abitano o lavorano lì hanno solle­citato un intervento di pulizia dimen­ticando che quella è una area privata. L’amministrazione, però – aggiunge il primo cittadino – riconoscendole un intenso uso pubblico, intende interve­nire».

«Venerdì 9 agosto, alle 8.30 – fa sa­pere l’assessore comunale alle società partecipate Paolo Castronovi – l’Amiu interverrà con propri mezzi per resti­tuire igiene e decoro a un’area che so­prattutto l’estate è gremita di ragazzi e bambini che lì sostano e giocano. Saranno riqualificatee anche le aiuole presenti attualmente invase da erbac­ce ed infestanti».

Intanto, prosegue l’operazione di pu­lizia profonda dei quartieri. «Martedì mattina, superato il quartiere Tre car­rare Battisti, gli operatori Amiu, attra­verso via Raffaele Leone e via Lago di Levico, sono giunti al quartiere Salinella per continuare le attività ini­ziate lunedì della scorsa settimana».

«Gli episodi di abbandono di ingom­branti e rifiuti – commenta l’assessore alle società partecipate Paolo Castro­novi – sono purtroppo all’ordine del giorno. Contiamo di combattere que­sta abitudine per prima cosa conti­nuando instancabili a portare pulizia e decoro, consci purtroppo però che la nostra volontà e il nostro amore per la città non basta. Toccherà dunque af­fidarsi alle fototrappole già installate nel quartiere che stanno individuando giornalmente numerosi atteggiamenti contro le norme. Spiace dover colpire i cittadini con multe salate. Spiace so­prattutto perché gli strumenti per evi­tare queste ammende ci sono, il ritiro degli ingombranti infatti è un servizio messo a disposizione da Amiu chia­mando il numero verde 800 013 739».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche