Cronaca News

Sequestri in un noto stabilimento balneare

Intervento della Guardia Costiera per opere abusive in viale del Tramonto, a San Vito

Intervento della Guardia Costiera per opere abusive in viale del Tramonto, a San Vito
Intervento della Guardia Costiera per opere abusive in viale del Tramonto, a San Vito

La Guardia Costiere ha sequestrato opere abusive a Lido San Michele, noto stabilimento balneare di San Vito. Nell’ambito dell’attività di controllo della Capitaneria di Porto di Taranto diverse strutture abusive realizzate sul pubblico demanio marittimo e su un’area sottoposta a vincoli sono state individuate lungo il tratto di costa di San Vito, precisamente nella località denominata “Viale del Tramonto”.

Intervento della Guardia Costiera per opere abusive in viale del Tramonto, a San Vito
Intervento della Guardia Costiera per opere abusive in viale del Tramonto, a San Vito

I militari della Guardia Costiera diretti dal capitano di vascello Giorgio Castronuovo all’interno dello stabilimento balneare hanno individuato strutture e nuove opere realizzate abusivamente nonché ampliamenti e modifiche di opere esistenti, in assenza e in difformità dai titoli autorizzativi demaniali, edilizi e paesaggistici. I militari della Capitaneria di Porto hanno, quindi, proceduto al sequestro preventivo delle strutture non autorizzate, tra cui un’area ombreggiata, asservita al retrostante bar, allestita con tavolini e sedie, postazioni doccia, struttura in legno con sovrastante copertura in arelle di canne. Hanno subito dato notizia alla locale Procura riguardo all’attività condotta e alle ulteriori difformità riscontrate durante il sopralluogo.Le ipotesi di reato contestate al titolare del locale sono state quelle riguardanti l’occupazione demaniale abusiva, la violazione delle norme edilizie, paesaggistiche ed ambientali, dato che le opere sono state realizzate in area sottoposta a vincoli tra cui quello idrogeologico e quello relativo agli immobili ed aree di notevole interesse pubblico.

“L’operazione fa seguito ad analoghi interventi condotti nelle scorse settimane dai militari della Guardia Costiera di Taranto che avevano portato al sequestro di ampie aree demaniali abusivamente occupate da noti stabilimenti balneari ed esercizi commerciali della litoranea salentina” si legge in una nota stampa della Guardia Costiera. Uno degli ultimi sequestri ha riguardato un lido e un ristorante nella marina di Lizzano. La struttura è stata sottoposta a sequestro per diverse violazioni alla legge urbanistica. È stata inoltre sequestrata anche un’area demaniale di 1120 metri quadreati , già occupata abusivamente da 84 ombrelloni e 173 lettini, non essendo ricompresa nella concessione demaniale marittima rilasciata dal Comune di Lizzano al gestore. Sospesa l’attività di somministrazione di alimenti e bevande per gravi violazioni delle norme igienico-sanitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche